Con il prossimo bilancio di previsione 2018 della Camera dei Deputati, che sarà votato a breve, si stima di riuscire a risparmiare circa 85 milioni. Se da una parte i risparmi incassati dal taglio dei vitalizi sarà congelato per tutelarsi da eventuali ricorsi, dall'altra il risparmio della prossima spending review verrà probabilmente destinato ad un fondo per le zone colpite dai terremoti negli ultimi anni. A rendere nota la proposta sono i tre questori che hanno redatto il piano del taglio dei costi.

Pubblicità
Pubblicità

Cosa intaccheranno i tagli delle spese

I soldi saranno ricavati dalla riduzione delle 'auto blu' per i parlamentari, dalla revisione degli affitti di Palazzo Marini, dal blocco all'aumento delle indennità e da un ridimensionamento dei costi del personale di Montecitorio. Il piano di spending review sarà sottoposto all'esame dell'Ufficio di Presidenza su proposta dei questori Gregorio Fontana (Forza Italia), Edmondo Cirielli (Fratelli d'Italia) e Federico D'Incà (Movimento 5 Stelle).

Pubblicità

Se passerà, verrà reindirizzato in Aula per determinarne il voto finale e, se non verranno apportati dei cambiamenti, la Camera dovrebbe essere in grado di restituire, già entro settembre, 85 milioni di euro al ministero dell'Economia. A quel punto, nonostante l'ultima parola spetti al governo, i deputati hanno annunciato l'intenzione di destinare i soldi risparmiati alla ricostruzione delle aree terremotate.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

La 'controtendenza' della Pubblica Amministrazione

Allo stesso tempo, spiegano i questori, la Pubblica Amministrazione non si sta dimostrando altrettanto parsimoniosa. Mentre la Camera, oggi, "conta 400 persone in meno rispetto a 6 anni fa", ha detto Federico D'Incà, la PA non ha ancora messo in atto delle 'rinunce' mirate che permettano la diminuzione degli sprechi, tant'è che nello stesso periodo in cui la spesa di Montecitorio diminuiva dell'11%, quella della Pubblica Amministrazione aumentava del 12%.

Sulla questione è intervenuto anche Gregorio Fontana, che, in modo ironico, ha proposto ''una visita guidata'' ai dirigenti dei ministeri per insegnare loro "come si fa a risparmiare". Edmondo Cirielli, inoltre, ha rivelato che nel piano sono previsti anche la ristrutturazione degli immobili di proprietà e la loro implementazione tecnologica, il tutto facendo delle scelte attente che consentano di impiegare al meglio i bilanci già previsti, senza andare ad intaccare ulteriori risorse.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto