Donald Trump, da quando è stato eletto presidente degli Stati Uniti d'America, gode di simpatie e antipatie. Inevitabile che, in un mondo dove tutto può diventare virale, la sua figura sia stata spesso oggetto di una satira pesante e che, a volte, è scivolata persino sul personale. Stavolta è stato il turno di Tyler Linfesty, diventato una vera e propria star per le sue smorfie messe in mostra alle spalle di uno degli uomini più potenti della Terra, nel corso di un comizio a Billing, nello stato del Montana.

Pubblicità
Pubblicità

Il video , in pochissimo tempo, è apparso sulle maggiori piattaforme del web e sui social network venendo condiviso da migliaia di persone a livello internazionale.

Il ragazzo con la camicia a quadri è stato individuato

Fa effetto tra l'altro che qualcuno riesca a prendere in giro Trump, usando una delle più iconiche caratteristiche del Presidente: la mimica facciale. A far scattare, tuttavia, le espressioni di poco gradimento da parte del giovane studente sarebbero stati alcuni concetti espressi dal capo di Stato.

Pubblicità

L'evento ha avuto una copertura televisiva in diretta e pertanto ai milioni di telespettatori non poteva sfuggire una scena così particolare. Da quel momento, si è quindi innescato una sorta di caccia al #plaidshirtguy. Con la diffusione dall'hashtag, si puntava ad individuare e a rintracciare quel ragazzo che, per qualcuno, era diventato un eroe. Il "ragazzo con la camicia a quadri" è stato successivamente identificato ed intervistato da alcuni media.

Trump contestato: allontanato il ragazzo dal comizio

Ma se il diciassettenne è diventato un mito per la rete, non poteva essere lo stesso per alcuni presenti. Secondo la ricostruzione, fornita dai media internazionali e ripresa da Repubblica, il ragazzo sarebbe stato immediatamente allontanato da una donna, membro dello staff di Trump.

Il video, pubblicato dal canale Youtube Dabgladet, fornisce tuttavia una ricostruzione dell'accaduto.

Il ragazzo dà davvero l'impressione di non gradire quanto viene espresso da Trump, una sorta di critica in tempo reale ad un Presidente che non ha certo il consenso degli interi Stati Uniti. Ad un certo punto, l'atteggiamento del ragazzo è stato stoppato da una persona dello staff che lo ha allontanato. Nelle interviste rilasciate a diverse trasmissioni televisive, il protagonista della vicenda ha detto di non condividere affatto l'entusiasmo e gli applausi per Trump.

Pubblicità

E non ha davvero fatto nulla per nascondere il suo dissenso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto