Con un'intervista a Radio Radicale, il numero due di Forza Italia, il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, ha detto la sua sulla manovra finanziaria, dichiarandosi preoccupato per gli ultimi dati dell'economia italiana e criticando la misura del reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia del M5S. Egli ha dichiarato: "Sono molto preoccupato per i dati sulla disoccupazione che continua a crescere e quando si perde il lavoro si perde la libertà.

Pubblicità
Pubblicità

Libertà e dignità. Dopo i dati di ieri su crescita zero, significa che c'è qualcosa che non funziona nella nostra economia. Evidentemente non c'è fiducia neanche nella manovra che si sta facendo. Se non sono stati rinnovati 40mila contratti ad agosto, se non c'è crescita, se aumenta ancora il tasso di disoccupazione, vuol dire che l'Italia è in grande difficoltà".

L'ex Commissario europeo per l'industria e l'imprenditoria ha aggiunto: "Il lavoro diventa il primo problema.

Pubblicità

Questo il Governo lo deve capire, non si sta facendo nulla. Non è con il reddito di cittadinanza che si crea lavoro. A parte che non si sa quanti italiani ne beneficeranno. C'è quindi un problema serio, indipendentemente da Bruxelles o dalla Commissione Europea. Il problema dell'Italia sono i contenuti di questa manovra che deve assolutamente essere modificata perché non va nella giusta direzione: quella cioè di creare lavoro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Non ci sono investimenti, solo propaganda elettorale. Questo Governo non sta facendo nulla nell'interesse dell'Italia".

E riguardo ai risparmi degli italiani, Antonio Tajani ha sottolineato: "Basta vedere i dati economici: stanno andando in fumo i risparmi degli italiani. Invece di dare il reddito di cittadinanza, aiutassero piuttosto le imprese a creare lavoro: io proporrei l'abbattimento del cuneo fiscale per chi assume giovani fino ai 25 anni per i primi 5 anni oppure aiutare una persona non più giovane che ha perso il lavoro a reinserirsi nel mondo del lavoro".

Tajani: 'Si può sforare, ma non per fare il reddito di cittadinanza'

L'ex Commissario europeo per i Trasporti ha continuato dicendo: "Inoltre bisogna pagare i debiti pregressi della Pubblica Amministrazione che ammontano a circa 70 miliardi di euro. Perché non si fa? Si rimetterebbe in moto l'economia. Pagare le imprese significherebbe evitare la disoccupazione. I lavoratori prenderebbero quello che a loro spetta.

Pubblicità

Aumenterebbero i consumi, le richieste di produzione, le attività industriali e le entrate nelle casse dello Stato".

E sulla manovra in spesa statale in disavanzo, Tajani ha rassicurato che non è quello il problema nodale, affermando: "Tutto questo si potrebbe fare anche abbattendo il tetto del 3%. Noi lo avevamo autorizzato. Questo è previsto nel trattato perché sono fattori attenuanti del patto di stabilità.

Pubblicità

I governi di sinistra lo avevano promesso e non l'hanno utilizzato. Si può sforare su queste questioni, non per fare il reddito di cittadinanza".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto