Tra i pochi artisti italiani mainstream che non si fanno problemi a parlare di politica [VIDEO] è impossibile non annoverare J Ax, al secolo Alessandro Aleotti. Il rapper e cantante milanese infatti negli ultimi anni non ha mai nascosto la sua preoccupazione per l'ascesa Politica della Lega 2.0, quella del post-Maroni, guidata da Matteo Salvini.

Allo stesso tempo però l'ex socio di Fedez, nello stesso periodo, ha lasciato spesso e volentieri intendere il proprio appoggio al Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Politica

Di conseguenza in molti, dopo le elezioni del 4 marzo, si erano domandati quale avrebbe potuto essere l'opinione di J Ax in merito ad un governo costituito allo stesso tempo dal partito – o 'movimento' che dir si voglia – nel quale aveva creduto, ma anche da una realtà come quella della Lega di Matteo Salvini, che lo 'zio con due milioni di nipoti' aveva in passato aspramente criticato, scontrandosi più volte pubblicamente con il leader del Carroccio.

J Ax ha svelato il suo pensiero nell'ambito di un'intervista concessa ieri alla TV online del Corriere della Sera, durante la quale ha parlato unicamente di politica, senza mai toccare tematiche musicali, ammettendo di aver creduto nel Movimento Cinque Stelle, ma di essere allo stesso tempo rimasto estremamente deluso dall'alleanza di governo stipulata con la Lega. Altra affermazione degna di nota, inaspettata dai più è destinata a far discutere, è sicuramente quella relativa alla liberalizzazione delle armi: il cantante si è infatti espresso favorevolmente in tal senso.

J Ax dice sì a liberalizzazione delle droghe e delle armi, poi bacchetta l'alleanza fra Lega e Cinque Stelle

"Ho molti valori che possono essere considerati di sinistra – ha dichiarato l'autore di 'Comunisti col Rolex' – ma allo stesso tempo molte persone di sinistra potrebbero recepire come 'di destra' altre cose in cui credo.

Ad esempio sono favorevole sia alla liberalizzazione delle deroghe leggere che quella delle armi". L'artista si è poi espresso favorevolmente, come già più volte fatto in passato, in materia di unioni omosessuali.

Sempre nell'ambito della stessa intervista J Ax ha voluto criticare l'attuale alleanza di governo, queste le sue parole: "Sono molto preoccupato per la situazione politica italiana. Questo governo non dovrebbe essere né di destra né di sinistra, ma sta mettendo in atto un modo di fare, soprattutto a livello di proclami, paragonabile a quello di un governo di ultra destra di 50 anni fa. [...] Appoggiavo il Movimento Cinque Stelle perché inizialmente credevo nelle loro idee, ma ora come ora non posso accettare l'alleanza con la Lega, perché secondo me sono due realtà troppo diverse. La Lega crea emergenze che non esistono, trova capri espiatori, individua costantemente nuovi nemici al fine di racimolare consensi [VIDEO]. Sono due mondi inconciliabili, che sono stati messi insieme per creare un governo, e il tutto è andato a scapito dei Cinque Stelle".