Nella puntata di questo lunedì 26 novembre della nota trasmissione radiofonica "Un giorno da pecora", in onda su Radio Uno e condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, è intervenuto il noto attore Michele Placido, il quale ha parlato anche un po' a sorpresa di temi strettamente di attualità Politica. Vediamo le parti salienti di quello che ha affermato.

Nella prima parte della sua intervista radiofonica Michele Placido ha parlato di Politica, ma legata a Luigi Pirandello, commediografo di cui sta mettendo in scena proprio in queste settimane a Roma "Sei personaggi in cerca di autore" e nello specifico ha affermato: "Pirandello oggi avrebbe votato quasi sicuramente a destra, una destra che in parte c'è e in parte no.

Pubblicità
Pubblicità

Non credo per Forza Italia, perché lui era molto moralista. All'epoca era molto 'sociale', è stato un mussoliniano della prima ora, questo lo possiamo dire: lui pensava a un fascismo sociale. E' dura dire per chi avrebbe votato oggi".

Michele Placido: 'Ho consigliato ai miei figli di votare M5S, oggi darei fiducia a questo Governo'

Poi Placido, passando all'attualità politica ha detto: "Di Maio e Salvini hanno bisogno l'uno dell'altro ma non riescono a entrare in sintonia.

Pubblicità

E' un po' come nei personaggi teatrali che non si mettono d'accordo fra loro su chi è il male e chi è il bene".

Mentre riguardo alle proprie idee politiche di oggi, l'attore pugliese ha detto: "Io ho consigliato ai miei figli, che mi avevano chiesto un consiglio, di votare per Di Maio; mentre io mi sentivo con una storia politica troppo a sinistra per un cambiamento. Ho detto loro, se si sentivano di votare M5S, di farlo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Oggi come oggi io darei fiducia a questo Governo, so che non è in linea col mio passato politico, ma credo che si debba dare fiducia e far lavorare le persone che hanno vinto democraticamente. Poi magari alle prossime Europee abbiamo già la possibilità di respingerli. Io invece ho votato Zingaretti alla Regione Lazio, ma non ho votato alle Politiche".

Placido: 'Mi piacciono sia Zingaretti che Minniti, l'ex ministro dell'Interno ha polso'

Placido è stato anche interpellato riguardo all'imminente congresso del PD, sul quale ha affermato: "Fra i candidati mi piacciono sia Minniti che Zingaretti, per motivi diversi.

Minniti ha il polso giusto, essendo stato Ministro del'Interno. Io sono stato accusato varie volte di essere di destra, ma sono patriota ma non nazionalista. (...) Io sono contrario a certi estremismi".

Infine parlando della situazione di Roma ha detto: "Sono passato da piazza Cavour stamani e c'era un mondezzaio, mi sono messo anche a raccogliere alcuni rifiuti. Tutti guardiamo e nessuno si muove.

Pubblicità

Non è la sindaca, la colpa è dei romani: siete degli zozzoni".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto