Nonostante il Governo M5S-Lega si sia insediato da poco più di sette mesi, nei palazzi della Politica si sta già guardando al futuro [VIDEO]. La maggioranza giallo-verde potrebbe avere vita breve, e molto dipenderà dall'esito delle elezioni europee del 26 maggio 2019; una tornata elettorale che rappresenterà indubbiamente un banco di prova importante per i due partiti che in questo momento sono alla guida del Paese.

Ad ogni modo, sia nel caso di eventuali elezioni anticipate, sia a fronte di una naturale conclusione della legislatura, nei meandri del Movimento 5 Stelle ci si starebbe già confrontando sul prossimo leader del partito, e sembra proprio che giorno dopo giorno stia avanzando la candidatura di Giuseppe Conte.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Politica

Nel Movimento 5 Stelle ci sarà un forte ricambio in Parlamento

Al termine dell'attuale legislatura (che sia anticipata o tra 5 anni), numerosi parlamentari dei pentastellati non potranno ricandidarsi perché - a meno di clamorosi e repentini ripensamenti - il regolamento del Movimento prevede che deputati e senatori non possano andare oltre i due mandati consecutivi.

Di conseguenza, diversi esponenti dei grillini dovranno farsi da parte, e tra questi ci sarà anche il vicepremier Luigi Di Maio.

Inevitabile, dunque, cominciare a riflettere su colui che dovrà rappresentare il M5S alla prossima tornata elettorale e, stando ad un'indiscrezione lanciata da "La Stampa", pare che tra i favoriti a ricoprire questo ruolo possa esserci proprio il Presidente del Consiglio in carica, l'avvocato Giuseppe Conte.

Leadership del M5S: avanza Conte

L'ipotesi che l'attuale premier possa assumere le redini del comando del Movimento 5 Stelle in futuro, starebbe prendendo quota non solo tra gli esponenti pentastellati, ma anche tra gli elettori. Infatti, secondo gli ultimi sondaggi di Emg, il giurista pugliese sarebbe in continua ascesa nel gradimento degli italiani, avendo raggiunto una percentuale del 46%, superiore anche al 43% di cui godrebbe Luigi Di Maio.

Vito Crimi a "La Stampa" ha spiegato che il Capo del Governo in questi mesi sarebbe riuscito a guadagnarsi la stima e la fiducia dei gruppi parlamentari e, come ha aggiunto Sergio Battelli, tesoriere dei pentastellati, Conte starebbe convincendo per la sua immagine di leader silenzioso e pacato, ma allo stesso tempo dotato di personalità e carattere che, in questi mesi, gli stanno permettendo di tenere sotto controllo Matteo Salvini [VIDEO]quando prova ad andare oltre gli accordi sanciti dal contratto di Governo.

Naturalmente, l'eventuale corsa di Giuseppe Conte alla guida del Movimento 5 Stelle al termine di questa legislatura dovrà ottenere anche l'avallo di Roberto Fico e Alessandro Di Battista che sarebbero già orientati su una strategia differente.