E' bufera su un Tweet (poi eliminato) postato dal senatore del M5S, Elio Lannutti, che nelle scorse ore ha accusato i banchieri, in particolare Mayer Amschel Rotschild, fondatore della dinastia al centro di varie teorie del complotto che la vedrebbero come la padrona indiscussa del Sistema Bancario Mondiale, di aver creato i cosiddetti "Protocolli dei Savi Anziani di Sion". Nonostante questo documento sia stato dichiarato un falso già da molto tempo, c'è chi lo prende ancora infatti in considerazione.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo questo documento gli Ebrei avrebbero un piano segreto per controllare tutto il mondo, quindi anche la finanza, detenendone poi, di fatto, il monopolio. Si tratta di accuse a dir poco infamanti, e il lettore deve sapere, che fu proprio questo documento a scatenare poi i tristi esiti della Shoah. Inoltre, il documento, che fu scritto nei primi anni del XX secolo, non c'entra nulla con i banchieri, ma fu un artifizio creato ad arte dalla Ochrana, ovvero la polizia segreta zarista. Nonostante tutto c'è chi continua a prendere per valide le sue tesi, che alimentano un odio smisurato di stampo antisemita.

Pubblicità

Il Pd attacca con Emanuele Fiano e Nicola Zingaretti

Il post di Lanutti non ha trovato comunque favori, ne in Rete, ne tra le gente comune e figuriamoci nel mondo politico. Non appena è comparso il post sul noto social network, sono state immediate le prese di posizione contro tali dichiarazioni, in particolar modo del Pd, che si è definito sconcertato da quanto affermato dal senatore. E' il deputato Emanuele Fiano (Pd) a rispondere tra i primi alle parole di Lannutti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Fiano, che è anche di origine ebraica, è incredulo a quanto successo e si chiede: "Dovrò espatriare io, in quanto ebreo? Orribile". Non ci sta neanche Nicola Zingaretti, candidato alla segreteria dello stesso partito di centro-sinistra, il quale lancia un appello nei confronti di Luigi Di Maio, chiedendogli di prendere le distanze da questo atteggiamento di chiaro stampo antisemita. Moked, il sito dell'ebraismo italiano, si scaglia anch'esso contro le dichiarazioni del politico dei Cinque Stelle, affermando che il post probabilmente è stato creato ad arte per attirare i lettori sul prossimo libro di Lannutti che, secondo quanto si apprende dall'agenzia Ansa, parlerebbe proprio di una presunta svendita del nostro Paese.

Lannutti passa all'attacco della Cgil

Il senatore prosegue poi nella sue accuse, e se la prende nientedimeno che con la Cgil, definendolo un "Comitato di affari". Secca è stata la replica del sindacato, che ha ripreso sonoramente Lannutti, annunciando quindi una querela nei confronti dello stesso. Il politico ha infatti ricordato la vicenda di qualche giorno fa, quando passò alla cronaca nazionale la notizia che alcuni sindacalisti avrebbero speculato sui migranti, una vicenda dalla quale la stessa Cgil ha preso le distanze e in cui si costituirà come parte civile al processo.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto