Pubblicità
Pubblicità

Con un post sul proprio sito personale, il deputato ed economista forzista Renato Brunetta ha detto la sua sul salvataggio della Banca Carige, situata in Liguria, ad opera della maggioranza governativa diretta dall'asse M5S-Lega.

Brunetta: 'M5S-Lega si sono infilati in una lite accesa con il PD'

A detta dell'ex ministro della Pubblica amministrazione e dell’innovazione, il governo M5S-Lega, incoscientemente, si sarebbe infilato in una furibonda lite con il Partito Democratico che "probabilmente costerà ai due partiti molto cara".

Pubblicità

Infatti per l'economista di Forza Italia, con un passato anche nel PSI di Bettino Craxi, stiamo assistendo increduli "al bue che dà del cornuto all’asino": Matteo Renzi e Maria Elena Boschi accusano Luigi Di Maio e Matteo Salvini e viceversa ovviamente, in una sorta di 'tutti contro tutti'. Tutto questo, sempre e comunque, a spese dei risparmi degli italiani.

'Sul salvataggio bancario, governo gialloverde come i governi Renzi e Gentiloni'

Per Renato Brunetta, la verità è che questo nuovo governo si starebbe comportando allo stesso modo dei governi precedenti, anche se ha estrema difficoltà a volerlo ammettere.

Le forze governative maggioritarie attuali starebbero assumendo di fatto, a detta di Brunetta, lo stesso atteggiamento sia del governo Renzi, prima, che del governo Gentiloni, poi: utilizzando i soldi dei contribuenti per salvare un istituto finanziario a rischio fallimento. Per Brunetta, trattasi di un decreto legislativo fotocopia rispetto a quello che fece Renzi per salvare le banche venete e soprattutto la Monte Dei Paschi di Siena della Regione Toscana. Salvataggio bancario che i grillini definivano come scandaloso e irrispettoso nei confronti dei contribuenti italiani. Secondo l’economista forzista, costoro per questo si dovrebbero solo vergognare.

Pubblicità

'Forza Italia è l'unico partito dalla parte dei risparmiatori italiani'

Il professor Brunetta, in definitiva, ha aggiunto che Forza Italia è e rimane l’unico partito che può dire a testa alta di aver sempre affrontato il problema delle banche con raziocinio e tempestività. Infatti, secondo Renato Brunetta, l’ultimo governo Berlusconi, nonostante la peggior crisi finanziaria dal secondo conflitto mondiale in poi, avrebbe saputo offrire in tempo utile delle garanzie agli istituti finanziari e creditizi, senza far perdere neanche un centesimo di euro ai risparmiatori italiani.