Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in visita quest'oggi a L'Aquila, nelle zone colpite dal terremoto, è tornato a parlare della situazione politica attuale, ammettendo che tutti i giorni spera che sia quello buono affinché la maggioranza governativa targata M5S-Lega possa crollare.

Berlusconi: ‘Questo governo ogni giorno cambia idea sulle questioni’

A detta del Cavaliere, è inguardabile un governo che un giorno dice sì, l'altro dice no, il prossimo ancora dice forse.

Ecco perché, questo governo sarebbe formato, secondo Berlusconi, da persone totalmente inadeguate che ci starebbero portando indietro almeno al 1994. Sempre a L'Aquila per la manifestazione dei gilet azzurri contro il reddito di cittadinanza, Berlusconi ha ribadito la pericolosità e l’inadeguatezza dei grillini che, a suo dire, rappresenterebbero un pericolo ancora più grave di quello che l'Italia attraversò nel 1994, quando il nostro Paese poteva finire in mano ai comunisti capitanati da Occhetto.

'I grillini non hanno alcuna esperienza nell’amministrazione della cosa pubblica’

Per il leader forzista, i grillini non saprebbero neanche l'ABC di tutto ciò che riguarda l’amministrazione pubblica, non avrebbero nessuna esperienza per affrontare le sfide economiche e politiche del Paese in cui viviamo. L'ex Presidente del Milan ha lanciato anche una frecciata al ministro Salvini, dichiarando che l’emergenza immigrazione non è il primo problema dell'Italia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Lega Nord

Infatti, se si accogliessero i 47 migranti della Sea Watch, per l’Italia, a detta del Cavaliere, non cambierebbe assolutamente nulla. Comunque Berlusconi ha ammesso che qualora Salvini dovesse essere processato, Forza Italia in Parlamento si batterà affinché ciò non accada. "Su Salvini siamo garantisti", ha assicurato il leader di Forza Italia.

‘Forza Italia è compatta e non è affatto in crisi’

Inoltre Berlusconi ha sottolineato che affinché l’economia italiana possa essere rilanciata, occorre che si realizzi l’equazione liberale del benessere: essa prevede che meno tasse sulle famiglie, sulle imprese e sul lavoro generino più consumi, più posti di lavoro e un aumento della produzione industriale.

Soltanto così aumenterebbero anche le entrate nelle casse dello Stato che potrebbero essere reinvestite per realizzare nuovi piani infrastrutturali ma anche per aiutare chi è rimasto indietro. Infine Berlusconi ha dichiarato che Forza Italia è ancora compatta e non sarebbe in crisi, come molti vorrebbero far credere. A detta del Cavaliere, il suo movimento ha ancora tanto da dare alla politica e da dimostrare all'Italia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto