Di certo c'è che nessuno dei due ha peli sulla lingua e che entrambi godono di un nutrito gruppo di fan. Il popolare rapper J-Ax e Matteo Salvini da qualche giorno continuano a punzecchiarsi. Ad innescare tutto è stata un'intervista del cantante che è stata accolta con ironia e sarcasmo dal ministro, a cui è seguita una nuova replica da parte del musicista. Considerato che il tutto è avvenuto su Twitter si è anche innescato un effetto domino che ha interessato tante persone, parteggianti per l'uno o per l'altro, a postare il proprio pensiero.

Particolarmente forti sono risultate, almeno nelle idee di J-Ax, alcune espressioni che gli sono state riservate da tanti utenti, al punto che su di lui si è scatenata una vera e propria bufera social con tanti haters pronti a rivolgergli pensieri non troppo carini. E a giudicare dalla sua reazione sembra avere ben chiaro da quale parte provengano.

J-Ax vs Salvini: tutto nasce con un'intervista

È un'intervista al Corriere della Sera a scatenare la rissa dialettica tra i due.

È l'occasione in cui J-Ax confida all'intervistatore di sognare un mondo senza Salvini. La replica del ministro non risulta particolarmente aggressiva, sebbene il leader del Carroccio si affidi al solito "doppio bacione" rivolto a tutti i personaggi pubblici che non hanno remore nel contestarlo apertamente. Il trattamento, evidentemente, non piace a J-Ax che, attraverso Twitter, regala un'altra puntata della querelle.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini M5S

C'è il ringraziamento per i baci nel suo post, ma anche l'auspicio e la preferenza rispetto alla possibilità che Salvini restituisca i quarantanove milioni di euro che la Lega avrebbe sottratto ai cittadini.

J-Ax pronto a querelare gli haters

Il post diventa così la miccia che innesca una vera e propria bomba social, almeno a giudicare da quella che è la successiva reazione di J-Ax. Dopo poco il rapper evidenzia come tutti quelli che hanno minacciato lui e la sua famiglia saranno querelati.

A quel punto arriva anche una frecciata che suggerisce quale possa essere la provenienza dei messaggi e dei tweet al veleno ricevuti: "Quando perderanno le cause i loro soldi verranno versati alle ONG che tanto detestano. Così trasformeremo il loro odio in opere socialmente utili e potremo dire che i fan di Salvini finanziano le ONG". Si attende adesso di capire se Matteo Salvini interverrà nuovamente sulla questione, scrivendo un'altra pagina di uno scontro social ormai di dominio pubblico.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto