Sui suoi profili social, la capogruppo al Senato di Forza Italia, nonché professoressa universitaria di diritto pubblico comparato, Anna Maria Bernini, ha discusso della realizzazione delle grandi opere nel nostro Paese, come la Tav, affinché si favorisca la crescita e lo sviluppo economico del nostro Paese.

L’ex ministro delle politiche europee sotto il governo Berlusconi ha commentato e criticato pesantemente le ultime dichiarazioni del vicepremier Di Maio, secondo il quale in Italia dietro alla realizzazione della Tav ci sarebbero, come al solito, le grandi lobbies per trarne crescenti e ingenti profitti.

Secondo la senatrice forzista, la stragrande maggioranza dei cittadini italiani sarebbe favorevole alla realizzazione dell’alta velocità, ragion per cui se Di Maio e il M5S sono contrari all’ultimazione dei lavori, l’unica cosa che servirebbe all’Italia è un nuovo governo.

A detta della Bernini, infatti, Salvini starebbe sperimentando finalmente in prima persona l’inaffidabilità dei contraenti insieme a cui sta governando l’Italia.

E di questo passo la maggioranza governativa M5S-Lega, sottraendosi alle politiche economiche di sviluppo e di crescita a favore del nostro Paese, starebbe accompagnando e conducendo con rapidità il nostro Paese verso il viale del tramonto economico.

Bernini: ‘È in corso uno scontro surreale tra M5S e Lega sulla Tav’

Secondo l’avvocato e costituzionalista bolognese, nell’esecutivo sarebbe in corso infatti uno scontro indecente e surreale sulla Tav, nel momento in cui il ministro Salvini è già andato di persona a visitare il cantiere di Chiomonte.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Infatti, per la Bernini, il ministro Di Maio e il sottosegretario Di Stefano avrebbero dato del bugiardo al vicepremier Salvini sul fatto che, per loro, il buco ancora non ci sarebbe.

Ebbene, per la Bernini, i due componenti grillini dell’esecutivo legastellato non sanno, o fanno finta di non sapere. che a Chiomonte sono già stati costruiti undici chilometri di galleria, la cosiddetta discenderia propedeutica all’avvio dello scavo del tunnel principale già in corso di esecuzione sulla parte francese del tracciato.

Quindi il buco c’è già e, a detta di Anna Maria Bernini, non si potrebbe più sposare la battaglia ‘No Tav’ per fare un favore ai Cinque Stelle.

La senatrice di Forza Italia, infine, ha spiegato che bisogna ristabilire la verità che come al solito ai grillini farebbe molto male.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto