Annuncio
Annuncio

Marco Marsilio, candidato della coalizione di centrodestra, si è aggiudicato la poltrona di governatore della regione Abruzzo per i prossimi cinque anni. Stando alle ultime proiezioni elettorali dell’istituto di ricerca Swg, il senatore di Fratelli d’Italia ha infatti ottenuto complessivamente oltre 200.000 voti, raggiungendo così circa il 49% delle preferenze elettorali su base regionale.

Vola la Lega con il 28%: il movimento di Salvini incassa oltre 110.000 voti

Nello schieramento di centrodestra, può sorridere la Lega del ministro dell’interno Matteo Salvini che da sola è riuscita a collezionare la bellezza di oltre 110.000 preferenze elettorali, oltrepassando la soglia del 28% dei consensi regionali.

Annuncio

Bene anche Forza Italia e Fratelli d’Italia che assieme sono riusciti a totalizzare oltre 62.000 suffragi elettorali. Forza Italia ha conquistato il 9% dei consensi regionali, mentre il movimento sovranista di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, quasi il 7% delle preferenze regionali. A seguire poi l’Udc che ha superato la soglia del 5% e Azione Politica con il 3,3% dei voti regionali.

Al secondo posto troviamo il centrosinistra di Giovanni Legnini che ha conquistato il 31% dei consensi regionali, superando i 130.000 voti. Dei movimenti facenti parte della sua lista, in testa si è portato il Partito Democratico con l’11,1% dei consensi regionali, la lista Legnini Presidente con il 5,8% dei voti elettorali, Abruzzo in Comune - Regione Facile con il 3,9%, Liberi e Uguali con il 2,7%, Abruzzo Insieme - Abruzzo Futuro con il 2,4%, Più Abruzzo con il 2,1%, Centristi per l’Europa con il 1,5% e Avanti Abruzzo - Italia dei Valori con l’1%.

Annuncio

Flop dei Cinque Stelle: si ferma al 19,2%

Al terzo posto troviamo il Movimento 5 Stelle guidato dalla candidata alla presidenza della regione Sara Marcozzi. L’esponente grillina ha infatti totalizzato all’incirca 80.000 voti, centrando il 19,2% dei consensi regionali. Un risultato deludente perché al di sotto di ogni previsione e di ogni aspettativa, visto che alle politiche nazionali dello scorso anno in Abruzzo il Movimento 5 Stelle conquistò quasi il 40%, con oltre 300.000 voti. Mentre in questa tornata elettorale, i voti per il movimento guidato dal ministro del lavoro Luigi Di Maio si sono più che dimezzati.

Infine al quarto posto il candidato di Casapound Stefano Flajani che si è portato allo 0,5% circa dei suffragi elettorali, conquistando non più di 2000 preferenze.

Annuncio

Si ricorda che i risultati indicati potrebbero subire delle modifiche.