Intervistato da Claudio Landi per Radio Radicale, il politologo Stefano Passigli, ex parlamentare, allievo del compianto Giovanni Sartori e docente di Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Firenze, ha discusso della tenuta dell’esecutivo grilloleghista presieduto dal premier Conte, soffermandosi sugli scenari politici nel breve e medio periodo, dopo la vittoria della coalizione di centrodestra alle elezioni regionali tenutesi in Sardegna.

Pubblicità
Pubblicità

A proposito della disfatta in terra sarda da parte dei pentastellati, l’ex senatore dei Democratici di Sinistra - l’Ulivo ha spiegato: “Siamo alla fine, nemmeno all’inizio della fine, ma alla fine della parabola grillina. Direi che la sconfitta è stata troppo forte perché possa essere recuperata senza ulteriori traumi. Credo che il Movimento 5 Stelle sopravviverà ma con un ruolo e una leadership a breve diversa. Questo significa che bisogna porsi la domanda se l’alleanza gialloverde reggerà”.

Pubblicità

Passigli: ‘Dipende da Salvini se l’alleanza M5S-Lega reggerà’

L’ex parlamentare di centrosinistra ha poi proseguito il suo intervento discutendo della tenuta del governo gialloverde: “Questo dipende molto da Salvini. Direi che probabilmente reggerà fino alle elezioni europee. È una situazione in cui continua a rafforzarsi il centrodestra e si indebolisce ulteriormente la componente grillina. Questo non significa che si andrà ad elezioni anticipate, ma potrebbe anche accadere che possa nascere un nuovo governo di centrodestra, attraverso il passaggio di una quota di responsabili provenienti dal Movimento 5 Stelle che danno un voto ad un governo di centrodestra. Cosa che, tra l’altro, è già avvenuta nelle scorse legislature”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

‘Tria e Giorgetti in grado di portare avanti una politica economica diversa da quella attuale’

Infine per quanto concerne la manovra finanziaria targata M5S-Lega, il professor Passigli s’è mostrato scettico e pessimista, dichiarando: “È una manovra di bilancio molto onerosa. Ma al momento non c’è alternativa a questo governo. Penso che inevitabilmente sarà l’attuale governo o un nuovo governo di centrodestra che dovrà affrontare la prossima finanziaria.

Ma qui mi pare che non ci siano né le competenze né la volontà Politica di affrontarla. Anche se Tria e Giorgetti sono sicuramente in condizioni di portare avanti una politica economica diversa da quella attuale”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto