Quando nei talk show è presente mario giordano ci sono sempre da aspettarsi i fuochi di artificio. È quanto accaduto anche nell’ultima puntata di Piazzapulita, andata in onda giovedì 21 febbraio su La7. Il giornalista e attuale conduttore di Fuori dal coro su Rete 4, ha prima discusso accoratamente con l’economista Carlo Cottarelli di deficit italiano e delle intromissioni dei vertici della Commissione Europea nei nostri affari.

Poi, forse offeso da una osservazione di Corrado Formigli, Giordano decide di abbandonare lo studio da cui era collegato in diretta, lasciando una malinconica sedia vuota di fronte alle telecamere. Il giallo della ‘fuga’ di Giordano si risolve comunque, poche ore dopo, su Twitter.

Cottarelli attacca Giordano: ‘Lei mi dirà che è tutta colpa di quei cattivoni della Ue’

Se si mettono uno di fronte all’altro due personalità e due modi di vedere il mondo completamente agli antipodi, come accaduto ieri sera a Piazzapulita con Mario Giordano e Carlo Cottarelli, è logico attendersi uno scontro senza esclusione di colpi.

“Uno può anche dire che il mondo è ingiusto, la Francia fa certe cose e non viene punita dai mercati, possiamo dire che è ingiusto, però il fatto è questo - commenta l’economista del Fondo monetario internazionale in riferimento ai numeri della recente manovra economica italiana - Quando noi abbiamo annunciato un deficit del 2,4% i mercati ci hanno punito”. “Ora lei mi dirà che è tutta colpa di quei cattivoni della Commissione Europea”, aggiunge poi rivolto a Giordano, il quale risponde immediatamente: “Facevano dichiarazioni a mercati aperti”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Mario Giordano se la prende con Juncker, Dombrovskis e Moscovici

Ma per Carlo Cottarelli il governo italiano non ha scuse. “Mercati aperti o chiusi - ironizza - i mercati comunque riaprono il giorno dopo. Io non conosco uno studio che faccia vedere che queste dichiarazioni siano effettivamente importanti. Mentre conosco tanti studi che fanno vedere che un Paese con un debito alto e un deficit alto, tendenzialmente corre dei rischi maggiori”.

Ma Mario Giordano difende a spada tratta le sue ragioni. “Quando c’è una dichiarazione di un esponente del governo si dice ‘ah, ha parlato Borghi, esplode la cosa, rischio mondiale’ - ribatte il giornalista fuori dal coro - parlano Juncker, il commissario Dombrovskis, Moscovici, e invece quello non è un rischio per lo spread”. Ma Cottarelli è irremovibile nella difesa dei burocrati europei. “Ci sono delle differenze importanti - puntualizza - quando un esponente di governo dice certe cose suggerisce che il governo voglia fare certe cose”.

Il giallo della fuga del giornalista Mediaset dagli studi di Piazzapulita

Insomma, due concezioni dell’universo inconciliabili. Lo scontro tra Carlo Cottarelli e Mario Giordano, poi, viene alimentato, anziché essere moderato, dal conduttore di Piazzapulita Corrado Formigli.

Una sua frase pronunciata a mezza bocca, infatti, “Sei intollerante Mario, ma non al glutine”, avrebbe offeso a tal punto il collega da spingerlo ad abbandonare in diretta gli studi di La7. La prova starebbe in un tweet pubblicato dalla stessa redazione di Piazzapulita in cui, a commento di una foto che ritrae la sedia di Giordano malinconicamente vuota, si legge: “Torna, questo studio aspetta te”. Cinguettio ironico a cui il diretto interessato risponde solo questa mattina, sempre su Twitter: “Eccomi qui, mi spiace per tutti quelli che non mi sopportano ma sto benone. Grazie”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto