Intervistata dall’agenzia di stampa nazionale Il Velino, e con un post sul profilo Facebook del gruppo parlamentare dei senatori forzisti, la capogruppo dei senatori di Forza Italia, l’avvocato bolognese Anna Maria Bernini, figlia del giurista Giorgio Bernini, ha espresso delle valutazioni ed opinioni piuttosto critiche e pessimistiche sull’attuazione del cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle: il reddito di cittadinanza.

Pubblicità
Pubblicità

Bernini: ‘Reddito provoca disparità tra furbi matricolati e poveri veri’

Secondo la senatrice Bernini, nelle ultime settimane si è assistito ad un decollo clamoroso di finti divorzi e presunte separazioni. Per non parlare anche del boom dei cambi di residenza, affinché la gente possa incassare il reddito di cittadinanza. Ecco, questi accadimenti del tutto prevedibili, secondo la Bernini, sarebbero il frutto avvelenato dell’assistenza di Stato del reddito di cittadinanza voluto dai Cinque Stelle.

Pubblicità

Per la professoressa di diritto pubblico comparato, la misura del reddito di cittadinanza provocherebbe forti disparità tra furbi patentati e poveri veri. Un provvedimento che, secondo Anna Maria Bernini, trasformerà tra non molto “l’Italia in un Paese per aspiranti truffatori”, a spese di tutte quelle persone perbene che hanno sempre lavorato o che sarebbero in cerca di uno sbocco occupazionale e non di un’elemosina da parte dello Stato.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Infatti l’ex ministro delle Politiche europee, sempre a proposito del reddito di cittadinanza, ha dichiarato: “La decrescita infelice, insomma, sarà solo la crescita infelice dei peggiori vizi italiani”.

Gruppo parlamentare FI sul cavallo di battaglia del M5S: ‘È un disastro’

La ricetta economica di Forza Italia per contrastare la povertà e per abbattere il tasso disoccupazione rimarrebbe sempre la stessa, come sottolineato più volte dallo stesso Berlusconi: meno tasse per tutti per aumentare i consumi, accrescere i posti di lavoro e moltiplicare la produzione industriale.

Soltanto attraverso un aumento delle entrate dello Stato, si potrebbero aiutare tutte quelle persone che sono rimaste indietro.

Infatti, per il gruppo parlamentare di Forza Italia, il reddito di cittadinanza sarà un vero disastro che spingerà tra non molto parecchie persone e molti giovani a non cercare più lavoro o ad abbandonare l’attuale lavoro, dietro la convinzione, peraltro inesatta, che presto lo Stato provvederà a cercare un lavoro a tutti i beneficiari del reddito di cittadinanza.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto