Con un'intervista rilasciata a Maria Teresa Meli del Corriere della Sera, Matteo Renzi commenta l'arresto dei suoi genitori. Gli avvocati di papà Tiziano e mamma Laura gli hanno sconsigliato di tenere la conferenza stampa convocata in fretta e furia, ma il suo carattere non lo ha fermato di fronte alle domande della cronista politica del quotidiano di via Solferino.

La vicenda è oramai nota: i genitori dell'ex Presidente del Consiglio lunedì sono stati sottoposti agli arresti domiciliari con l'accusa di bancarotta fraudolenta e false fatturazioni.

Pubblicità
Pubblicità

Il provvedimento, richiesto lo scorso ottobre, è stato notificato nelle ore immediatamente antecedenti al risultato della consultazione online del Movimento Cinque stelle sull'immunità a Matteo Salvini per il caso Diciotti.

Renzi: 'Capolavoro mediatico dell’arresto di due settantenni qualche minuto prima delle sette di sera e per l’oscuramento dell’esito del voto dei 5 Stelle'

Questa coincidenza di fatti è stata nel mirino di Matteo Renzi sin da subito e ieri lo ha ribadito nell'intervista concessa al Corriere della Sera.

Pubblicità

Le sue parole: "Tanto di cappello per il capolavoro mediatico dell’arresto di due settantenni qualche minuto prima delle sette di sera e per l’oscuramento dell’esito del voto dei 5 Stelle" relativo alla consultazione online sull'immunità a Matteo Salvini.

È un fiume in piena l'ex Segretario del partito democratico. Parla di una vera e propria campagna di odio nei confronti della sua persona, sostenendo che se non avesse fatto politica i suoi genitori non si sarebbero trovati in questa situazione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Pd

Alcuni renziani sono convinti che qualcuno voglia eliminare dalla scena politica l’ex premier. Gozi si interroga: "Noi in realtà aspettavamo le Europee per valutare il da farsi rispetto a un nuovo soggetto politico, forse hanno temuto una nostra accelerazione e hanno voluto colpire subito".

'Hanno messo al gabbio mia madre'

Matteo Renzi ha anche detto: 'Hanno messo al gabbio mia madre, di più non potevano fare.

Ora loro hanno finito e inizio io. Secondo l'ex premier "vorrebbero giudicarci tutti nelle piazze populiste e aspettare un mio fallo di reazione".

La chiacchierata si conclude con l'ex Presidente del Consiglio dei ministri che, dopo aver dato del vigliacco a chi se la prende con i suoi genitori, invita a prendersela direttamente con lui: "Io sto qui, non mi muovo e non ho paura".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto