Con un post sul suo profilo Twitter e un video postato su Facebook, il senatore forzista Maurizio Gasparri ha parlato della vicenda Rimborsopoli che ha coinvolto l’ex presidente della Commissione Giustizia Giulia Sarti, esponente del Movimento 5 Stelle che a quanto pare sarebbe in procinto di essere espulsa.

Su questa faccenda particolarmente rognosa per il ministro Di Maio, l’ex ministro delle Comunicazioni ha dichiarato: “Ancora novità di squallore dal pianeta grillino.

Pubblicità
Pubblicità

Una tale Sarti, deputata di seconda legislatura, addirittura era presidente della commissione Giustizia. La vicenda è più squallida che penalmente rilevante. Aveva evitato di versare dei contributi al partito secondo le loro regole. Poi aveva litigato con il suo collaboratore fidanzato e l’aveva denunciato. Ma la denuncia è stata archiviata perché evidentemente la magistratura non le ha creduto. In tutto questo uno sfondo orrendo”.

Pubblicità

Gasparri ai 5S: ‘Questi sono una vergogna assoluta’

L’ex missino ha poi proseguito il suo intervento dicendo: “Il portavoce o il sedicente tale del primo ministro Conte, tale Casalino, già eroe del Grande Fratello e quelle robe lì, ha parlato prima o dopo con lei, le aveva dato consigli, non ne aveva dati, le aveva detto di procedere denunciando, dopo lo ha negato. Poi addirittura tale Casalino sembra che mentre parlava con le Iene, aveva telefonato a questa Sarti che in lacrime non è riuscita a reggere lo stress di questa vicenda. Questi governano l’Italia, questi sono una vergogna assoluta: grillini ve ne dovete andare, siete orribili!”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

‘Le loro leggi creano sprechi e non risolvono i problemi del lavoro’

L’ex vicepresidente del Senato sotto il governo Gentiloni ha ultimato il suo intervento in un video postato su Facebook dicendo: “Perché io capisco anche che qualcuno li ha votati, sperando in un rinnovamento, nell’onestà, onestà che urlavano perché i partiti hanno fatto molti errori. Nulla da obiettare su questo. Ma non si può passare da molte pagine che andavano archiviate, all’orrore, allo squallore, all’incompetenza grillina.

La Sarti non è che sia meglio di Di Maio, di Di Battista che oramai chiamerò Dibbabà. E di tanti altri. Le loro famiglie, gli abusi edilizi, i lavoratori pagati in nero: una storia tipica dello squallore italiano. La vicenda Sarti, Casalino e company è proprio la prova ulteriore della nullità grillina. Perdono in tutte le regioni, perdono sul territorio. Devono andare via dal governo perché le loro leggi creano soltanto sprechi e non risolvono i problemi del lavoro e della disperazione italiana.

Pubblicità

I grillini sono tutti come la Sarti, se ne devono andare”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto