È stata archiviata l'indagine, aperta a seguito della denuncia fatta dalla parlamentare grillina contro il suo ex fidanzato e collaboratore Bogdan Tibusche. La parlamentare grillina aveva infatti denunciato il suo ex per appropriazione indebita di 12 mila euro, pare su consiglio di Rocco Casalino. Bogdan ha però mostrato ai giudici gli screenshot della conversazione in cui la Sarti ammetteva di sapere dei prelievi di soldi ai rimborsi elettorali, destinati come da accordo al Movimento.

Ora, nel nuovo servizio delle Iene Bogdan racconta alla Iena Filippo Roma di aver detto ai magistrati che i soldi sono stati destinati a diverse spese, tra cui: l'affitto di una casa a Salerno (18 mila euro in cinque anni), i soldi per comprare un'auto, "4 mila per le spese di videocontrollo di Dedo e Luca" e per telecamere piazzate in camera da letto che, secondo una conversazione in chat avuta tra l'ex fidanzato e un suo amico, servivano per riprendere video dell'intimità.

Ironia vuole che Bogdan conobbe la Sarti proprio quando lui intervenne, anni fa, per aiutarla a bloccare delle foto compromettenti che stavano girando illecitamente in rete, e che la vedevano protagonista.

Sarti: 'Non lascio il Movimento, l'ho fatto nascere'. M5S: 'Espulsione doverosa'

Dopo giorni di latitanza, dallo scoppio della tempesta mediatica che l'ha colpita, la Sarti è riapparsa in pubblico ieri per partecipare alla votazione del suo successore alla Presidenza della Commissione Giustizia della Camera.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Parlando con i giornalisti ha ostentato sicurezza: "Confido di rimanere nel Movimento perché non ho fatto assolutamente niente. Io non lascio il M5S, io l'ho fatto nascere". Fonti vicine al Movimento grillino fanno sapere che, dopo la gravità dei fatti emersi, la sua "espulsione è doverosa". Per il momento nei confronti della Sarti è stato aperto un procedimento (a lei notificato il 4 marzo) per accertare le sue responsabilità e decidere sulla sua eventuale espulsione. Il collegio dei probiviri del M5S si è riunito, ora si attende l'esito.

Francesca Businarolo, M5S, nuova Presidentessa della Commissione Giustizia

A seguito delle dimissioni della Sarti ieri è stata eletta a capo della Commissione Giustizia della Camera un'altra grillina, tale Francesca Businarolo. Nel Movimento dal 2009, è al suo secondo mandato. La Businarolo è stata eletta con 24 voti: a favore M5S e Lega, mentre il PD ha proposto la candidatura della deputata Lucia Annibali, e Forza Italia si è astenuta per protesta.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto