Il Movimento Cinque Stelle, riprendendo un video del deputato Cristian Romaniello, torna all'attacco. Lo fa provando a mettere in luce il fatto che il governo, presieduto da Giuseppe Conte, lavora per gli italiani tagliando le tasse sul lavoro ed investendo sulla sicurezza, ma anche sottolineando come sulla carta stampata si faccia fatica a trovare traccia di provvedimenti che, invece, dovrebbero diventare di dominio collettivo.

Pubblicità
Pubblicità

Quasi a voler sottolineare come esista un specie di censura riguardo a quello che di positivo viene fatto in seno all'esecutivo attualmente in carica. Secondo Romaniello, infatti, i quotidiani nazionali volutamente ometterebbero le buone misure che il suo partito ha raggiunto o tenta di raggiungere all'esecutivo.

Le notizie messe in rilievo da Romaniello

Romaniello, nel corso del suo video, ringraziando il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sottolinea come sarebbero stati stanziati per il prossimo triennio undici miliardi nell'ambito del piano "Proteggi Italia". Una scelta che, in un colpo solo e secondo quanto evidenziato dal deputato, sarebbe in grado di dare lavoro, occupazione e soprattutto sicurezza al territorio.

Pubblicità

Il nemico da vincere sul terreno di questa battaglia sono il dissesto idrogeologico. Per l'altra notizia, invece, Romaniello porge i suoi ringraziamento a Luigi Di Maio raccontando come si sia arrivati a tagliare del 32% i premi dell'Inail. Si tratterebbe di un taglio da mezzo miliardo sul cuneo fiscale particolarmente apprezzato da Confartigianato.

L'attacco diretto ai giornali

Il Movimento Cinque Stelle, sin dalla sua nascita, manifesta un certo malcontento per il modo in cui l'informazione italiana racconta la cronaca politica.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Lega Nord

I grillini si sarebbero aspettati in prima pagina l'approvazione dello stanziamento degli undici miliardi per la sicurezza del territorio e il taglio del 32% dei premi Inail. Invece, non c'è traccia e il deputato manifesta tutto il suo dissenso. A quel punto dalla scrivania collocata alle sue spalle, Romaniello prende praticamente tutti i quotidiani e sottolinea come in molti di quelli citati si trovi traccia di un trafiletto di quelli che lui definisce "provvedimenti storici".

Piccole tracce si trovano su Il Corriere della Sera, ma Romaniello evidenzia come serva arrivare a pagina 24 e trovare un piccolo spazio in un'area abbastanza periferica. Per "Il Giornale", invece, bisogna arrivare a pagina 6. "La notizia - tuona Romaniello - è stata oscurata, se questa è l'informazione...". Ennesimo scontro, perciò, tra il Movimento Cinque Stelle e la carta stampata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto