Stando agli ultimi Sondaggi politici condotti da Ipsos (per il Corriere della Sera), dopo alcuni mesi di difficoltà il Movimento 5 Stelle torna a crescere, mentre la Lega è ancora stabile. Per questo, l'alleanza gialloverde al momento ha ancora una clamorosa maggioranza, con quasi il 60% delle preferenze. Il Pd, in lieve risalita, si attesterebbe sul 19%, ancora distante dagli avversari. Forza Italia, invece, nonostante un lieve aumento, rimane inchiodata al 10%.

Pubblicità
Pubblicità

Movimento 5 Stelle e Lega hanno ancora una salda maggioranza di preferenze

Secondo alcuni osservatori, da quest'ultimo sondaggio di Ipsos, stilato per il Corriere della Sera, si rileva soprattutto l'effetto del Congresso delle Famiglie, a cui Salvini ha preso parte, mentre Di Maio si era detto fortemente contrario. Stando infatti ai nuovi valori emersi, la Lega rimane pressoché stabile al 35,7% (presentando un lieve calo, dal 35,9% calcolato a febbraio), mentre il Movimento 5 Stelle torna a farsi avanti, raggiungendo il 23,3%. Dopo le dure sconfitte nelle elezioni regionali, i pentastellati riguadagnano dunque due punti rispetto agli ultimi sondaggi di due mesi fa.

Pubblicità

Insieme, i due partiti di governo hanno sempre il 59% e, dunque, si confermano indubbia maggioranza del Paese

Le opposizioni recuperano alcuni punti, ma restano molto distanti

Nonostante alcune voci, che avevano parlato di clamorosa ripresa del centrosinistra, in realtà i dati non sono poi così confortanti per il Pd. C'è stata una ripresa e il partito di Zingaretti ora ha raggiunto il 19%, ma è ancora distante dai numeri del Movimento 5 Stelle.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Lega Nord

L'ipotesi di un confronto tra i due partiti, dunque, per il momento si è dissolta.

Forza Italia presenta un lieve miglioramento rispetto ai mesi passati, ma oggettivamente rimane ancora sprofondata in numeri che mai si erano visti nella sua storia. Ora ha raggiunto il 10% e, nonostante quel che si può dire, Berlusconi sembra aver perso del tutto le briglie del centrodestra, ormai mantenute strettamente da Salvini.

Fratelli d'Italia della Meloni rimane invece fermo sul 4%, valore abbastanza buono per un partito in fin dei conti minore, ma che non raggiunge quell'exploit di cui si era vociferato.

Come sempre, però, questi sono valori di sondaggio e dunque bisognerà aspettare le elezioni Europee per capire davvero su quali numeri si attestino i partiti in questo momento. Mentre Lega e M5S duellano verbalmente, per stabilizzarsi sulle proprie rispettive posizioni e assumere identità più chiare in vista del voto, Pd, Forza Italia e tutti gli altri cercheranno di riprendersi, dopo la grave sconfitta del 4 marzo 2018.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto