Il Presidente della Regione Campania in quota Pd, Vincenzo De Luca, non si smentisce. Durante la sua consueta tribuna politica, tenuta sulla tv locale Lira Tv (guarda il video qui sotto), l’ex Sindaco ‘sceriffo’ di Salerno si scaglia con la solita veemenza, alternata da una gelida ma ficcante ironia, contro i due massimi rappresentati dell’alleanza di governo tra Lega e M5S: i due Vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio. De Luca non risparmia critiche ferocissime e battute al vetriolo contro i leader leghista e pentastellato.

Pubblicità
Pubblicità

Li accusa di stare dando vita ad un “cabaret continuo” fatto solo di “propaganda” e accusa addirittura Di Maio, che invita ad un “confronto pubblico”, di essere uno “squadrista” e un “truffatore politico”.

Il monologo di Vincenzo De Luca contro i leader di Lega e M5S

“Io mi sto domandando in queste ore, in questi giorni - inizia il suo monologo Vincenzo De Luca assiso sulla sua poltrona di Governatore campano e ripreso dalle telecamere di Lira Tv - in quale Paese del mondo sarebbe tollerabile il comportamento di Ministri che, essendo parte di uno stesso governo, danno vita ad una rissa continua, quotidiana, assolutamente indegna.

È qualcosa di sconvolgente per la credibilità delle Istituzioni, ma soprattutto per il danno che creano. Quando si continua a litigare in questo modo è evidente che un investitore prima di venire in Italia ci pensa 300 volte. Abbiamo registrato un aumento dello spread dopo le dichiarazioni di Salvini”.

‘Non si sa in che mondo vivano’

“La quantità di sciocchezze che raccontano esponenti di governo, Salvini e Di Maio, è sconvolgente - prosegue nel suo j’accuse alla napoletana Vincenzo De Luca - ‘Abbiamo approvato il decreto sbloccacantieri’ che invece è assolutamente inesistente.

Pubblicità

Non hanno sbloccato niente. I lavoratori sono nel limbo, non sanno che fare. Poi arrivano Salvini o Di Maio in televisione a dire ‘abbiamo sbloccato i cantieri, c’è la ripresa dell’economia’. Cioè, esponenti di governo che non si sa in che mondo vivano, fra dilettantismo, ignoranza, propagandismo. L’unica cosa che fanno bene è la propaganda. Annunci dopo annunci, in conseguenza di annunci, passate le elezioni Europee noi saremo chiamati a fare i conti con una realtà drammatica. Però abbiamo ancora due settimane di tempo per divertirci, per assistere a questo cabaret continuo”.

L’attacco a Luigi Di Maio: ‘Squadrista e truffatore politico’

“I 5 Stelle hanno deciso nell’ultimo mese - punta poi il dito Vincenzo De Luca contro il M5S - per recuperare un po’ di voti, di buttarsi a sinistra, come diceva Totò. E quindi hanno cominciato una guerriglia nei confronti di Salvini: bene. Hanno cominciato dalla Resistenza, poi la vicenda di Siri, poi la questione cosiddetta morale. Il M5S? Ma se il presidente del Consiglio comunale di Roma sta ancora in galera!

Pubblicità

Dice, ‘lo abbiamo cacciato’, e che dovevate fare se sta in galera? Gli davate una medaglia al valore civile? La cosa sconvolgente, per questo dico che l’Italia è un Paese perduto, è che mentre fanno la guerriglia con Salvini, contemporaneamente ripetono: ‘Noi staremo insieme al governo per cinque anni, d’amore e d’accordo’. Siamo alla cialtroneria pura”. Il proditorio attacco deluchiano al leader pentastellato si conclude con la sfida ad un “confronto pubblico” contro quello che definisce sena mezzi termini uno “squadrista” e un “truffatore politico”.

Pubblicità

Leggi tutto