Durante la manifestazione tenutasi a Firenze contro la presenza del vicepremier leghista Matteo Salvini, una ragazza è stata trascinata via a forza dalle forze dell'ordine, è stata immobilizzata, identificata, anche minacciata di violenza sessuale e poi rilasciata per un “ordine dall'alto”. La giovane ha poi postato le foto dei segni di violenza sul suo corpo sui social network. Al corteo anti Salvini erano presenti circa 2mila persone, pronte ad opporsi alla vergognosa deriva che sta prendendo il governo in questi giorni.

Pubblicità
Pubblicità

Ragazza denuncia abuso delle forze dell'ordine a Firenze

Fra gli scontri che si sono tenuti domenica 19 maggio a Firenze in prossimità di piazza Strozzi dove si teneva il comizio del leghista Matteo Salvini si è verificato un episodio che ha suscitato profonda indignazione e sconcerto. Una ragazza manifestante anti Salvini è stata circondata da tre agenti di polizia, buttata a terra, presa a manganellate e trascinata via dalla folla per il collo dietro le telecamere dei giornalisti affinché non registrassero ciò che stava per succedere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

La ragazza, come poi rivela in un post-denuncia su Facebook, ha continuato a subire altri maltrattamenti ed immobilizzata, con la minaccia di violenza anche di stampo sessuale: “Se non stai ferma, ti infiliamo un manganello nell'ano.”

Un ordine che proveniva da un “pezzo grosso” ha fatto in modo che la ragazza fosse rilasciata, e oramai umiliata, piangente e con i vestiti strappati. Questo episodio è uno dei tanti di questi giorni, come la rimozione forzata di striscioni di protesta, che sta scuotendo l'opinione pubblica in merito ad un governo che sta decisamente alzando il tiro sulla libertà di espressione, puntualmente negata dall'esercizio dei poteri forti.

Pubblicità

La ragazza ha poi raccontato con quale soddisfatto sorriso l'agente abbia abusato della propria autorità per compiere questo orribile gesto, per di più nei confronti di una ragazza indifesa.

La manifestazione si dirigeva verso piazza Strozzi

I manifestanti contro Salvini domenica a Firenze erano circa 2mila, scesi in piazza della Repubblica per dirigersi verso piazza Strozzi dove a breve sarebbe stato fatto il comizio leghista. Un centinaio ha tentato di oltrepassare il blocco imposto dalle forze dell'ordine, ma sono stati respinti.

Salvini ha poi bollato i manifestanti come teppisti spendendo poi qualche parola di dubbia sincerità a favore di quegli stessi striscioni che lui ordinava di rimuovere, liquidando così il diritto fondamentale contro la libertà di espressione in un paese comandato da un governo che sembra non avere più alcun rispetto verso le idee altrui.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto