In occasione della Festa della Repubblica, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, dopo le tensioni degli ultimi giorni, si sono incontrati, accompagnati dalle rispettive fidanzate. Il "teatrino del disgelo" è andato in scena durante il ricevimento al Quirinale, ma come ha raccontato Monica Guerzoni sul Corriere della Sera, il leader leghista sarebbe pronto a far "saltare in aria" tutto.

Il ricevimento

Ad un anno esatto dall'insediamento del governo gialloverde tante cose sono cambiate e gli animi dei protagonisti (Salvini, Di Maio e Conte) sono tutt'altro che sereni.

Pubblicità
Pubblicità

"Il primo giugno del 2018" ha confessato mesto Rocco Casalino "venni qui da vincitore, ma adesso sono lo sconfitto".

E, durante il tradizionale ricevimento organizzato al Quirinale per la festa della Repubblica, la tensione, come raccontato dal quotidiano di Via Solferino, è palpabile. Gli ultimi giorni, infatti, tra pressioni per la Flat Tax e la lettera UE, sono stati piuttosto difficili e Lega e M5S sembrano sempre più distanti.

Pubblicità

Il presidente del Consiglio Conte, assediato dai cronisti, ha scherzato con loro e, spiegando che in agenda, per domani, non c'è nessun vertice o Cdm ha proposto un brindisi. Alzando il calice, però, non ha invitato i suoi vice. Matteo Salvini e Luigi Di Maio, seduti a qualche metro di distanza, comunque - come descritto nella dettagliata cronaca di Monica Guerzoni - sembravano più interessati alle rispettive fidanzate (Francesca Verdini e Virginia Saba) che all’etichetta istituzionale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Gossip

Ad un certo punto, però, come ha riportato la cronista, il leader leghista, visibilmente nervoso, si è alzato e ha "messo in scena" il primo atto di quello che le è sembrato un "teatrino del disgelo". Mentre il premier Conte gli ha chiesto di avvicinarsi, Salvini lo ha spiazzato con un possente abbraccio e, cercando di stemperare la tensione, ha dichiarato: "Ci amiamo, ci vogliamo bene". Poi, gli ha presentato la sua fidanzata.

Proprio Francesca Verdini, la giovane compagna del premier, ha catalizzato l'attenzione dei presenti. Sorridente, con solo un filo di trucco, la figlia dell'ex deputato azzurro Denis, indossava un mini abito nero che le ha lasciato la schiena nuda e sandali gioiello con tacco 12. Anche l'altra "first lady", la giornalista Virginia Saba, impeccabile nel suo vestito macramè a maniche corte, però non è passata inosservata.

Pubblicità

Presto salterà tutto?

Come ha riportato il Corriere, ad un certo punto della serata, il ministro Salvini si è fatto forza e ha rotto il ghiaccio (o meglio l'iceberg) anche con Luigi di Maio. Una stretta di mano ha suggellato il disgelo, "Ci vediamo lunedì o martedì" ha dichiarato il ministro del Lavoro, "Sì ci vediamo, ci sentiamo" gli ha risposto il leghista.

Salvini, raggiunto dai giornalisti che gli hanno fatto notare un certo nervosismo tra i pentastellati, ha dichiarato "Sono rilassatissimo.

Pubblicità

Saranno i fatti a decidere. Io vado avanti". Poi, ha snocciolato un lungo elenco di cose da fare: lo sblocca cantieri, la Tav, la flat tax, l’autonomia, il decreto sicurezza-bis... Ma dietro tanta ostentata serenità, ci sarebbe un inquietante retroscena; il leder del Carroccio avrebbe, infatti, confidato ai suoi fedelissimi collaboratori: "Due settimane ancora e poi faccio saltare tutto".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto