In occasione di una visita nella Repubblica d'Irlanda, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è lanciato in una proposta delle sue, che come appare ovvio si è rivelata una nuova gaffe. Fraintendendo le parole del premier irlandese, ha ipotizzato la creazione di un muro che separi l'Irlanda dall'Irlanda del Nord e, dunque, l'Unione Europea dal Regno Unito. Il primo ministro d'Irlanda lo ha quindi corretto, spiegando che non c'è alcuna intenzione di creare confini murati, anzi, appena pochi mesi fa è stato varato un compromesso proprio per evitare una simile possibilità

La nuova 'svista' di Trump

Il presidente statunitense Donald Trump ci ha abituati a gaffe e frasi fuori luogo in molte occasioni, e questa si aggiunge ora al repertorio.

Tutto è accaduto il 3 giugno, ma solo adesso il video si sta diffondendo sul web. Trump è stato nella Repubblica d'Irlanda in visita ufficiale e per l'occasione ha incontrato perciò il primo ministro Leo Varadkar. Durante il loro dialogo i due statisti hanno affrontato in particolare la questione della Brexit e dei confini che verranno a crearsi nel caso in cui il Regno Unito dovesse davvero uscire dall'Unione Europea.

Il confine tra Irlanda e Irlanda del Nord è infatti l'unico in cui c'è un effettivo contatto di territorio tra i due sistemi, un confine che sino a oggi è sempre stato aperto, praticamente invisibile e contiguo.

Trump, però, forse fraintendendo l'intera questione e le difficoltà esistenti nel caso si creasse un effettivo confine di separazione, è caduto in una gaffe grossolana e "simpatica". Ha affermato che l'Irlanda, come gli Stati Uniti, ha appunto un problema di confini ed ha quindi concluso che tutto andrà bene "con il vostro muro e il vostro confine, ci riuscirete", lasciando intendere che la costruzione di un muro sia la soluzione di tutto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

La correzione di Varadkar

Dopo un momento di inevitabile imbarazzo, il ministro Varadkar è intervenuto e ha spiegato a Trump che in realtà si sta lavorando proprio per evitare di costruire muri o confini fisici. Infatti, se sino ad oggi essendo tutti parte dell'Unione Europea c'è totale libertà di passaggio di persone e di merci, nel caso in cui il Regno Unito uscisse dalla Ue invece si potrebbe ripresentare la necessità di reinserire controlli.

Questo potrebbe riportare a un irrigidimento tra due frontiere che in passato hanno già incontrato molte difficoltà.

Sino ad ora, anzi, una simile situazione è stata impedita proprio per via del "backstop" voluto da Theresa May nel novembre del 2018. Questo è un compromesso con cui si assicura che nessuno metterà in piedi un "hard bodder", un confine fisico tra i paesi, nel caso in cui Regno Unito ed Europa non dovessero riuscire a siglare una partnership del commercio definitiva.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto