Affermare che la ministra Trenta è irritata con Salvini è dir poco. "Quanto sta accadendo in questi giorni con i migranti si sarebbe potuto evitare", dichiara oggi al Corriere della Sera. "Lo avevo detto a Salvini, senza missione Sophia torneranno le Ong. Non mi ha voluta ascoltare ed ora si lamenta. Manderò le navi a pattugliare il Mediterraneo per combattere i trafficanti".

È tornata, quindi, la tensione tra Lega e Movimento 5 Stelle sui migranti: un primo assaggio del clima lo ha offerto un botta e risposta tra il sottosegretario agli esteri Di Stefano ed il leader della Lega.

Salvini aveva chiamato in causa gli alleati di governo: "Mi sento politicamente solo; chiederò al Ministro della Difesa e dell'Economia di aiutarci in questa battaglia di civiltà". Ed al momento dell'attracco a Lampedusa del veliero di Mediterranea, il Ministro aveva chiesto quale fosse il ruolo delle navi militari italiane: se è quello di combattere le imbarcazioni fuorilegge o quello di scortarle.

Pronto il rappresentante del Movimento 5 Stelle: "Salvini vuole fare sempre tutto da solo e non passa mai la palla, non arrivando mai in porta. Si sente come Maradona ma gioca come Higuain fuori forma".

Malta apre il porto ai migranti: subito ricollocati in Europa

Malta ha deciso di aprire il porto ai 65 migranti a bordo della Alan Kurdi, la nave della Ong tedesca Sea-Eye; tutti verranno smistati in altri paesi europei pronti ad accogliere almeno la metà di altre 58 persone soccorse da La Valletta.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Nel frattempo da Lampedusa parte il contrattacco di Mediterranea alle accuse che provengono dal governo di Roma. "Abbiamo accettato di andare a Malta", ribadisce l'equipaggio,"purché assistiti fino all'arrivo in porto e non lasciati al confine delle acque territoriali de La Valletta con 59 migranti a bordo".

Proprio il capo missione Erasmo Palazzotto, parlamentare di Sinistra Italiana, viene indagato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, disobbedienza, resistenza e violenza a nave da guerra: stessi reati contestati a Tommaso Stella, comandante del veliero Alex.

Il Ministro Salvini aveva parlato a riguardo di complicità con i trafficanti di esseri umani: Mediterranea, invece, punta il dito contro i finanziamenti, i soccorritori ed i militari libici. Intanto i migranti a bordo del barchino approdato da solo sull'isola vengono cercati ora dai carabinieri: ne sono già stati rintracciati 5. Nell'Hotspot sono ospitate già circa 200 persone e la capienza è di 97.

La Chiesa ed i migranti

"I cattolici devono stare con chi salva le vite", l'appello che lancia Padre Sorge, ex direttore di civiltà cattolica e negli ottanta protagonista della Primavera di Palermo contro la mafia. Intervistato da Repubblica definisce eroica l'azione di Carola Rackete: "Si è ribellata smascherando l'ingiustizia; disumane le misure contro i migranti".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto