Il parlamentare del Pd a Strasburgo, David Sassoli, è stato eletto Presidente del Parlamento europeo al secondo scrutinio, con 345 voti. Alla prima votazione ne aveva ottenuti solo 325, comunque a un passo dalla soglia della maggioranza assoluta fissata a 332 preferenze. Il dato che salta subito all’occhio è che, tra i partiti italiani presenti nel Parlamento Ue, solo il ‘suo’ Partito Democratico ha votato l’ex volto del Tg1.

Gli altri hanno preferito optare per scelte diverse: Lega e Fratelli d’Italia hanno votato per un altro candidato (Jan Zahradil dei Conservatori Ecr), Forza Italia si è astenuta, mentre il M5S ha lasciato libertà di coscienza ai suoi rappresentanti. Considerata la posizione della Lega, non stupisce più di tanto il fatto che il leader leghista, Matteo Salvini, abbia accolto la notizia prendendo immediatamente le distanze da Sassoli, uno che, dice il Ministro dell’Interno, è stato eletto anche con i voti di centrodestra, anche se non con quelli del suo partito.

Il ‘benvenuto’ di Matteo Salvini a David Sassoli

La notizia dell’elezione di David Sassoli alla presidenza del Parlamento europeo come successore del connazionale Antonio Tajani, ha scatenato l’immediata reazione di Matteo Salvini. Durante una lunga diretta Facebook, durata più di 20 minuti, il capitano leghista si è soffermato per poco più di un minuto sul ‘caso Sassoli’, ma le sue sono state parole chiare che non lasciano spazio a dubbi in merito al suo giudizio sull’esponente Dem.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini Pd

Salvini accusa l’Europa di continuare ad “attaccare e a menare”. E ulteriore dimostrazione di questo sospetto sarebbe proprio il fatto che “il Parlamento europeo abbia appena eletto come suo Presidente un parlamentare del Pd - il Vicepremier, indignato, si rivolge direttamente ai suoi fan - Pensate, un ex giornalista della Rai, anzi, magari è ancora con il contratto giornalistico della televisione pubblica, che fa il Presidente del Parlamento europeo per la sinistra, per il Partito Democratico”.

‘Sassoli uomo di sinistra’

Matteo Salvini non sembra proprio volersi dar pace. Considera ironicamente la scelta di David Sassoli “bella e rispettosa” del voto espresso sia dai cittadini italiani che da quelli europei nelle urne del 26 maggio scorso. Insomma, ritrovarsi quello che viene definito un “uomo di sinistra” come Presidente del Parlamento Ue, non è proprio il massimo per Salvini, anche alla luce del fatto che Sassoli forse ha potuto contare sui “voti di qualcuno di centrodestra”.

Anzi, si corregge, il leader della Lega, “sicuramente, visti i numeri” (345 voti a favore ndr). Comunque sia, ribadisce il capitano, “col voto della Lega no sicuramente”. Salvini, infatti, ricorda che il Carroccio aveva già rifiutato il nome del socialista olandese Frans Timmermans quale successore di Jean Claude Juncker alla presidenza della Commissione (poltrona poi andata alla tedesca von der Leyen).

“Adesso - conclude Salvini - c’è l’asse franco-tedesco che si sta spartendo poltrone un po’ di qua e un po’ di là. Però ci siamo e ci saremo come italiani. Sicuramente non abbiamo tanti amici nelle stanze che contano”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto