L'ultimo sondaggio Swg, diffuso su La7 nella serata di lunedì 29 luglio, rivela che i rapporti di forza politici nelle ultime settimane sono rimasti pressoché invariati, anche se si sono accentuate alcune distanze.

In particolare la Lega sembra sempre più forte e il "caso Russia" non pare averla minimamente scalfita, ma anche il PD risulterebbe in crescita. Il Movimento 5 Stelle invece, dopo un lieve recupero, sembra essere di nuovo in crisi, e perde oltre un punto percentuale.

Infine, come già avvenuto qualche mese fa, Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni torna a superare Forza Italia: il partito di Berlusconi pare ormai in una fase discendente costante.

Lega al 38%, Pd e M5S seguono seppur con difficoltà

Il TgLa7 di Enrico Mentana nella serata di ieri, 29 luglio, ha diffuso un nuovo sondaggio Swg sulle intenzioni di voto. Si scopre così che il "caso Russia" non sembra aver minimamente colpito Salvini e il Carroccio.

La Lega, infatti, guadagna uno 0,2% in una settimana e raggiunge l'incredibile punteggio del 38%. Per l'ennesima volta, chi profetizzava un rapido declino del Ministro dell'Interno sembra essersi sbagliato.

Il Pd riguadagna uno 0,5% e ritorna al 22%. Negli ultimi mesi è oscillato spesso su questi valori, e pur essendo ben distante dalla Lega, al momento si conferma stabilmente come il secondo partito del paese.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Storia molto diversa per il Movimento 5 Stelle, che dopo la dura sconfitta alle Europee non sembra più capace di rialzarsi. Dopo un lieve aumento nelle settimane passate, ora scende di nuovo di un notevole 1,2%, tornando al 17,3%. Sembra insomma che il partito di Di Maio stia soffrendo un'emorragia di voti quasi inarrestabile, e anche il cercare di riaffermare delle battaglie storiche come quella alla Tav per ora non pare dare i frutti sperati.

La Meloni davanti a Berlusconi

Punteggi molto simili per Fratelli d'Italia e Forza Italia, ma dal significato profondamente diverso. Il partito di Giorgia Meloni, con il suo 6,6%, (dato in crescita dello 0,3% rispetto alla settimana precedente) tocca uno dei suoi massimi storici e sorpassa di nuovo l'alleato Silvio Berlusconi. Quest'ultimo invece, con un 6,5% (in calo dello 0,1% in sette giorni), pur essendo vicino, è evidentemente vittima di una crisi indiscutibile.

In conclusione i rapporti di forza sono sempre più netti. Il Governo, i cui rapporti di forza in Parlamento sono letteralmente capovolti rispetto a questi sondaggi, ottiene ancora una netta maggioranza, ma la Lega sembra avere un vantaggio che le permette di fare il bello e il cattivo tempo. Il Movimento 5 Stelle non pare avere per il momento la capacità di riprendersi, e il Partito Democratico sembra decisamente lontano (e anche isolato) per potersi permettere di preoccupare il Carroccio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto