Nella giornata di martedì 20 giugno, Giuseppe Conte ha rassegnato le sue dimissioni da Presidente del Consiglio, al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. E, in una lunga arringa dalle parole al vetriolo spese a Palazzo Madama e destinate al leader della Lega, Conte ha definitivamente chiuso l'alleanza di Governo intercorrente tra Lega e M5S e durata per 14 mesi, parlando più da candidato premier entrante che da premier uscente.

Il Governo giallo-verde può dirsi, pertanto, definitivamente chiuso. Negli ultimi giorni sono diventate sempre più incessanti le voci che vedrebbero fecondato l'embrione di un inciucio tra M5S & Pd, un probabile asse giallo-rosso che potrebbe venire a capo di un eventuale Governo tecnico, che preceda le prossime Elezioni politiche.

A supporre che il tanto discusso inciucio tra Pd e M5S sia sorto da tempo è il leader della Lega, Matteo Salvini.

Quest'ultimo, in una diretta Facebook registratasi al Viminale, dopo l'autorizzazione della Procura di Agrigento allo sbarco In Italia dei migranti rimasti a bordo dell'Ong Open Arms, ha espresso che il presunto inciucio tra Pd e M5s possa essere nato prima della crisi di Governo, aperta di fatto il 20 agosto dal dimissionario Conte. Secondo Salvini, quindi, l'inciucio potrebbe essere nato ancor prima del voto espresso da Pd e M5s a favore di Ursula von der Leyen, che, in occasione delle europee, è stata eletta presidente della Commissione Europea del Parlamento Europeo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Matteo Salvini attacca il presunto asse M5S e Pd

"Mi viene come il dubbio che qualcuno stesse lavorando a un inciucio con il Pd di Matteo Renzi da mesi, è m’è venuto da quando hanno votato Ursula, suggerita se non imposta dal duo Emmanuel Macron-Angela Merkel. E non vorrei che quest'accordo passasse anche dalla riapertura dei porti", ha così esordito il leader del Carroccio, Matteo Salvini, in una lunga video-diretta registrata dal Viminale.

Salvini ha proseguito, commentando così l'arringa del dimissionario Giuseppe Conte presentata in Senato: "Solo oggi ho scoperto che sono pericoloso, autoritario, preoccupante, irresponsabile, opportunista, inefficace e incosciente... via... fuori Salvini, dentro Renzi, Boschi e Boldrini. Riapriamo i porti, cancelliamo tutto...l'Italia è di nuovo un campo-profughi a disposizione dell'Europa... no!".

E sul conto dei migranti sbarcati nel porto di Lampedusa e trasbordati dall'Ong Open Arms, Salvini ha dichiarato: "Ricordo per chi non avesse seguito la vicenda che dalla Spagna era giunta una nave militare per il trasbordo dei migranti rimasti a bordo della Open Arms. Nessun allarme igienico-sanitario a bordo, finti malati, finti minorenni, però qualcuno si sta già adoperando nel nome del "Governo dell'inciucio", che vuole riaprire i porti.

Finché campo è mio dovere difendere i confini, l'onore, la sovranità del mio Paese". E, nella descrizione della sua video-diretta in questione, Salvini ha riportato il seguente messaggio: "Ong Open Arms: altro sbarco, altro processo? Io non ho paura, orgoglioso di difendere i confini e la sicurezza del mio Paese".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto