Stavolta Vittorio Feltri sembra aver proprio superato il limite della decenza e del rispetto per il prossimo, almeno secondo i numerosi detrattori che sui social network stanno criticando aspramente il contenuto di uno dei suoi ultimi tweet, pubblicato sul suo profilo Twitter. In pratica, il direttore di Libero, sempre caustico nei suoi giudizi politici, ha adombrato l’ipotesi che nel governo gialloverde formato da Lega e M5S, ora caduto per mano del leader leghista Matteo Salvini, ci fossero troppi gay.

Inevitabile dunque, ecco l’ardito paragone che Salvini lo dovesse prendere in quel posto, ottenendo la formazione di un governo tra M5S e Pd invece delle tanto agognate elezioni anticipate.

Il tweet di Vittorio Feltri contro gli omosessuali

Sta facendo discutere e alzando un polverone di polemiche il cinguettio pubblicato da Vittorio Feltri sul suo profilo Twitter nel pomeriggio di mercoledì 28 agosto.

Il direttore di Libero prova a spiegare a modo suo i veri motivi che hanno portato Matteo Salvini a decidere di staccare la spina al governo tra Lega e M5S, ma il risultato è una accusa diretta, e non provata, a tutta la comunità lgbt italiana, sospettata senza alcuna prova di essere rappresentata in forze nell’ormai defunto esecutivo gialloverde. “Molti lettori mi chiedono come mai Salvini si è fatto sodomizzare così”, scrive senza peli sulla lingua Feltri facendo riferimento al fatto che, decidendo di togliere l’ossigeno al governo di cui era protagonista, il capitano leghista avrebbe offerto il suo di dietro alle brame dei suoi avversari, i quali dal canto loro non si sarebbero fati pregare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini

Una metafora che, forse, sarebbe rimasta nel dimenticatoio, se il decano dei giornalisti italiani non avesse aggiunto una risposta incandescente allo scottante quesito. “Era inevitabile. Lo contornavano troppi gay”, questa la risposta secca di Feltri.

I commenti alle illazioni di Feltri: ‘Ma cosa c’entrano i gay col governo?’

Ma chi sarebbero questi “troppi gay” che avrebbero contornato Matteo Salvini durante i 14 mesi dell’esperienza del governo gialloverde.

Di nomi Feltri ovviamente non ne fa, ma sono i numerosi commentatori del tweet a sbizzarrirsi nelle più improbabili ipotesi. “A cominciare dalla Luigina Di Maio”, ironizza uno che si firma ThePurist. “Forse se lo prendevi in c… pure tu scrivevi meno str...”, la butta sul volgare una certa Yeny. “Beh che dire, data l’età è comprensibile essere affetti dall’Alzheimer”, lo accusa Maurizio Il Brigante.

“Mi scusi ma cosa c’entrano i gay con la crisi di governo?”, gli domanda incredulo Paolo B. “Il suo continuo richiamo all'omosessualità mi sembra compulsivo. Io un'idea ce l'ho...”, lo accusa invece Antonio B. Ma i commenti di scherno, rabbia e offesa contro Vittorio Feltri sono migliaia. C’è chi lo accusa di essere un alcolizzato, chi promette di togliergli il like perché scrive troppe stupidaggini e chi, infine, ipotizza apertamente che il suo stato di salute stia regredendo definitivamente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto