Nei giorni convulsi della crisi di governo voluta dal vice presidente del consiglio, Matteo Salvini, al fine di portare il Paese ad elezioni anticipate, Flavio Briatore annuncia in un'intervista concessa al Foglio l'intenzione, a determinate condizioni, di appoggiare il segretario della Lega nell'eventualità che il suo progetto politico possa avverarsi. In una lunga chiacchierata con la collega Annalisa Chirico, il popolare imprenditore ed ex Team Principal della Renault di Formula 1 dichiara dunque di non escludere il suo ingresso nell'agone della Politica al fianco di Matteo Salvini nel suo futuro.

'Non escludo il mio ingresso in politica a patto di essere messo nelle condizioni di fare le cose'

Flavio Briatore dichiara la volontà di mettere la sua lunga esperienza imprenditoriale al servizio del Paese, ma solo - parole sue - "a patto di essere messo nelle condizioni di fare le cose". Vorrebbe avere un incarico di governo operativo, senza sprecare il tempo nelle chiacchiere di inutili commissioni, al fine di mettere a disposizione del Paese la sua lunga esperienza manageriale, magari nel campo del turismo.

Si spende quindi in elogi nei confronti del segretario della Lega, Matteo Salvini che considera uno dei politici più preparati. Ritiene che abbia fatto bene a chiudere l'esperienza di governo con il Movimento Cinque Stelle poiché avrebbe, secondo lui, esaurito la propria funzione. Sarebbe stato inutile proseguire visto che le due forze non stavano più andando d'accordo sulle priorità di governo e le politiche da adottare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Vorrebbe appoggiare la Lega con un suo partito che chiamerebbe 'Movimento del Fare'

Flavio Briatore rivela l'intenzione di appoggiare il segretario della Lega, in caso di elezioni anticipate, guidando personalmente un suo partito che vorrebbe denominare "Movimento del fare". Sostiene la necessità di far ripartire il mercato del lavoro per rilanciare l'economia, esprimendo forti critiche nei confronti del reddito di cittadinanza che, nei suoi piani, sarebbe da eliminare immediatamente dando agli imprenditori più incentivi per assumere.

Rilancia quindi la necessità di far ripartire tutti i cantieri, sostenendo la necessità di realizzare tutte le grandi opere, incluso il Ponte sullo Stretto. Appoggia il progetto di Matteo Salvini di abbassare le tasse, sostenendo che sarebbe un valido incentivo per gli investimenti stranieri.

Torna poi ad un tema a lui caro, quello della vocazione turistica del Sud. Secondo l'imprenditore avrebbe - parole sue - "tutte le carte in regola per essere la Florida d’Europa” che potrebbe rilanciarsi grazie alle nuove infrastrutture ed alla politica fiscale che ha auspicato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto