È destinata a far discutere l'intervista rilasciata da Matteo Salvini ai microfoni di Sky Tg24. Il ministro dell'Interno, infatti, ha replicato duramente ad una donna rom che, raggiunta da Il Giornale, aveva espresso pensieri poco ortodossi nei confronti del responsabile del Viminale, affermando che si sarebbe meritato un proiettile alla testa.

Queste parole, evidentemente, non sono sfuggite al leader della Lega, il quale ha risposto aspramente alla donna, etichettandola con un termine decisamente forte e anticipando che presto, nel suo campo rom, potrebbe entrare in azione la proverbiale "ruspa".

Difficile dimenticare come, qualche anno fa, Salvini avesse scelto di farsi immortalare a bordo del mezzo da cantiere come simbolo e strumento di un'azione di sgombero dei campi rom in Italia.

Tutto nasce da un'inchiesta de Il Giornale

Il Giornale, nei giorni scorsi, si era introdotto in un campo rom della periferia di Milano per svolgere un'inchiesta giornalistica. In quella circostanza aveva intervistato una donna, la quale non si era risparmiata nell'attaccare duramente il ministro dell'Interno, invitandolo ad interagire di persona con loro qualora ne avesse avuto il coraggio.

Al contempo, la donna si era lamentata del fatto che, ormai, vi fosse sempre "Salvini in mezzo". A questo punto, probabilmente senza riflettere sulle conseguenze delle sue affermazioni, aveva detto che secondo lei al segretario della Lega "andrebbe tirato un proiettile in testa". Puntuale è arrivata la replica del vicepremier del Carroccio, che non è stata affatto tenera.

Salvini da sempre contro i campi rom abusivi

Matteo Salvini, dinanzi alle telecamere di Sky, si è rivolto direttamente e con durezza alla donna che l'aveva attaccato durante l'inchiesta de Il Giornale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini Lega Nord

Il ministro dell'Interno ha affermato che non è affatto normale che ci sia una persona (in realtà ha utilizzato un termine ben più forte) che vive in un campo rom abusivo a Milano che si permette di dire che Salvini dovrebbe avere un proiettile in testa.

Subito dopo, guardando dritto nella telecamera come a voler inviare un messaggio diretto alla donna, ha affermato: "Preparati che arriva la ruspa amica mia".

Subito dopo ha ribadito ulteriormente il concetto, e anche in un tweet ha confermato quanto dichiarato ai microfoni di Sky. A questo punto c'è da attendersi le reazioni delle opposizioni che, probabilmente, lamenteranno che un ministro dell'Interno non dovrebbe utilizzare questi toni nell'esprimere le proprie opinioni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto