La Lega, dopo aver aperto la crisi di governo, punta ad andare al voto. L'ipotesi elezioni per Matteo Salvini è l'unica strada percorribile, poiché significherebbe dare agli italiani il compito di tracciare la strada per il futuro dopo che, almeno da parte del Carroccio, è stata stabilita l'impossibilità nella prosecuzione del progetto messo in piedi dal partito leghista e dai grillini. Esiste il ragionevole sospetto che la voglia di "urne" per Salvini e i suoi nasca da sondaggi che li vedono dominatori assoluti della scena.

E, in attesa di capire come incideranno nel tempo le scelte di abbandonare l'esecutivo di Giuseppe Conte, le ultime rilevazioni statistiche sembrano confermare i dati che vedono la Lega (oltre il 36%) in netto vantaggio su tutti gli altri. Le ultime percentuali sono state pubblicate da Termometro Politico e rilanciate da La 7.

Pd e M5S molto indietro rispetto alla Lega

Occorre ricordare che il ritorno alle urne sarà realtà solo quando, eventualmente, Mattarella dovesse decidere di sciogliere le Camere.

Per molti esiste ancora la possibilità che venga messa in piedi una maggioranza "istituzionale" in grado di supportare un esecutivo chiamato a varare, quantomeno, la Legge di Bilancio e scongiurare l'aumento dell'Iva. Un orizzonte di questo tipo potrebbe essere nelle intenzioni di Pd e Movimento Cinque Stelle che potrebbero anche valutare l'opportunità di temporeggiare prima di tornare alle elezioni, considerando che oggi i sondaggi parlano di un insuccesso quasi certo di fronte ai numeri della Lega.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Pd

I sondaggi di Termometro Politico, infatti, pronosticano un 23,4% per il Partito Democratico. Guardando a sinistra la somma con le altre forze "sorelle" non darebbe grosse chance, considerando il 2,3% di +Europa, l'1,8% de La Sinistra e l'1,8% dei Verdi.

Il Movimento Cinque Stelle sarebbe oggi fermo al 18,2%. C'è chi, però, come Zingaretti ritiene che formare una maggioranza Pd-M5S equivarrebbe a consegnare il Paese a Salvini, considerato che si tratterebbe di sostenere un governo chiamato a potenziali scelte difficili che agevolerebbero il compito in campagna elettorale di chi, come la Lega, si sposterebbe all'opposizione.

Può tornare la coalizione di centro-destra

Gli ultimi rumors raccontano di un Salvini che potrebbe mettere da parte i propositi di "correre" da solo alle elezioni, optando per il ripristino di una coalizione corrispondente al vecchio centro-destra. Termometro Politico, oltre a dare la Lega al 36,1%, evidenzia come Fratelli d'Italia varrebbe il 7,1% e Forza Italia il 6%. Si tratta di numeri che oscillerebbero attorno al 50% (49,2% per l'esattezza) e rappresenterebbero proiezioni in grado di consegnare una vittoria schiacciante alle elezioni e la possibilità di governare a lungo in un'eventuale prossima legislatura.

Resta da capire adesso cosa accadrà.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto