Sono in tanti a ritenere che Matteo Salvini stia evidenziando vistosi segnali di pentimento rispetta alla scelta di aprire la crisi del governo. I numeri dei sondaggi sembravano prefigurare per il Carroccio l'orizzonte di andare alle elezioni al più presto possibile e capitalizzare in una vittoria elettorale il consenso che, per alcune rilevazioni, va oltre il 35% dell'elettorato. L'ipotesi che, invece, l'attuale legislatura vada avanti pare aver indotto la Lega quasi a fare un passo indietro o almeno è questa la chiave di lettura che giornalisti come Marco Travaglio offrono della situazione.

Nel suo editoriale apparso sulla prima pagina de Il Fatto Quotidiano il giornalista ha, però, inteso evidenziare che Salvini non è destinato a trovare un premier Conte ed un Movimento Cinque Stelle pronti ad attendere la Lega a braccia aperte dopo la frattura. Anzi, pare, a leggere l'editoriale, che non si veda l'ora di avere la sfiducia da parte della componente verde della maggioranza per ripartire con un nuovo esecutivo.

Conte temerebbe la fiducia secondo Travaglio

Lo scenario politico attuale viene definito da Marco Travaglio "la crisi più pazza del mondo". E' partita lo scorso 7 agosto e secondo il giornalista è il frutto della scelta di un Salvini etichettato come "ubriaco di sondaggi, piazze, spiagge e mojito". La possibilità che si vada avanti con questa legislatura con una nuova alleanza del Movimento Cinque Stelle, avrebbe indotto il numero uno della Lega a quella che Travaglio definisce una "tragicomica inversione a U".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini M5S

La curiosità dell'attuale scenario è che, nella ricostruzione fatta con l'editoriale, per una volta c'è un Premier che non punta alla fiducia, ma anzi "la teme e farà di tutto per non ottenerla". Un po' come se l'occasione fosse proficua per liberarsi del fardello della Lega. Travaglio è sicuro nel ritenere che il 20 agosto Conte "dichiarerà conclusa l'esperienza del Salvimaio con un utile promemoria sulle responsabilità del Ca... verde".

Ipotesi maggioranza M5S-Pd-Leu

Conte farà presente a Mattarella il fatto che l'attuale governo non può andare avanti e a quel punto, secondo Travaglio si andrà nell'unica direzione "numericamente possibile": quella di una maggioranza M5S-Pd-LeU.

Travaglio non fa a meno di sottolineare come Salvini, "fino a dieci giorni fa aveva in pugno l'Italia e ora controlla nemmeno il Papeete Beach". In attesa di capire come si risolveranno eventualmente le possibili incognite legate ad una nuova maggioranza, Travaglio suggerisce Conte come possibile nuovo Premier: "Chiedano in giro chi è il leader più apprezzato in Italia e all’estero".

Il riferimento all'attuale Presidente del Consiglio è chiarissimo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto