Duro attacco di Alessandro Sallusti contro il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio: al centro del mirino è soprattutto l'atteggiamento del direttore del Fatto, che secondo Sallusti, è troppo vicino al governo Conte. Nel mirino soprattutto il caso del deputato di Forza Italia Sozzani, e anche la possibile intesa tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle alle elezioni regionali in Umbria.

L'attacco contro Travaglio e il governo

Non ha freni il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti nel suo editoriale: al centro del suo attacco il giornalista Marco Travaglio, insieme ai suoi "amici moralisti e giustizialisti sponsor di questo governo". Sallusti non sopporta di vedere il governo difeso in tutto e per tutto dal direttore del Fatto Quotidiano, e a proposito del caso Sozzani, il deputato di Forza Italia al quale è stata negata l'autorizzazione a procedere anche grazie ai voti del Partito Democratico commenta: "Vedere il governo Di Maio-Travaglio che nega ai magistrati l'arresto di un presunto corrotto ci ripaga di tante sofferenze".

E poi aggiunge che questa è la prova che "Dio esiste e non vota né Cinque Stelle né Pd e neppure legge il Fatto Quotidiano, ha concluso poi Sallusti.

Sottolinea come questo governo sia "un incidente di percorso" e tende a rimarcare le enormi differenze presenti all'interno del governo, considerato che politici come Di Maio, Zingaretti e Renzi insieme costituiscono qualcosa di lontano dalla Politica.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

E per "puro calcolo di potere" queste persone governano insieme il Paese, e saranno probabilmente alleati alle prossime regionali in Umbria, e così facendo non faranno che aiutare il centrodestra nella sua ascesa.

Per il direttore l'alleanza tra Pd e M5s in Umbria sarebbe un suicidio, e lo faranno, visto che si vergognano, "camuffati", e toglieranno via i simboli e i loghi dei partiti, con persone prese dalla società civile, e questo sarebbe una "negazione stessa del fare politica", che si traduce in incapacità e inadeguatezza.

Le parole di Travaglio

Qualche giorno fa, in un suo editoriale, Marco Travaglio, direttore de Il Fatto Quotidiano, aveva attaccato Matteo Salvini e forse proprio a questo articolo è dovuta la replica de Il Giornale di Sallusti. Per Travaglio, sia Renzi che Salvini hanno una malattia che colpisce i Matteo della politica, una sorta di "demenza giovanile". Salvini viene accusato di rinnegare quelle che erano le sue battaglie precedenti, come il No alla Tav, diventato poi si, e anche sulle trivelle, sugli inceneritori e sulle concessioni autostradali a Benetton.

E sottolinea come lo stesso Salvini abbia causato la fine del governo, nonostante abbia poi accusato Conte e Di Maio, e arriva a parlare anche del raduno di Pontida, dove per poco ha rischiato, sottolinea ironicamente, di dimenticarsi come si chiama.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto