Le "sardine" rappresentano in un certo senso il fenomeno politico emergente del momento. C'è ansia di sapere quello che sarà il loro futuro e se davvero potranno dire la loro con eventuali candidature. Questo è, però, anche il momento in cui si cerca di capire che tipo di opinione abbiano su di loro le figure che gravano nell'orbita dei maggiori partiti o, come nel caso di Romano Prodi, che hanno segnato la storia del centrosinistra. Dal fondatore dell'Ulivo arriva un vero e proprio endorsement.

Quasi un attestato di stima per un movimento che, a suo avviso, inneggia alla civiltà dei toni. Parole proferite a Firenze, a margine di un convegno dedicato all'ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Anche Salvini ha cambiato parzialmente idea sulle sardine

Il fatto che tanti giovani, in questo periodo, abbiano scelto di interessarsi alle dinamiche della politica deve essere visto come un fatto positivo. È la parziale retromarcia di Matteo Salvini che, nel corso di un'intervista a Radio Anch'io, ha manifestato quasi un atteggiamento positivo nei confronti delle sardine.

Un punto di vista espresso nonostante non sia un mistero che non vedano certo di buon occhio il leader della Lega.

"A me - ha dichiarato - mettono un'enorme allegria e spero siano ovunque. Tutti i ragazzi che si informano, sia con la Lega sia contro la Lega, fanno qualcosa di utile al Paese". Parole che sembrano lontane da dichiarazioni in cui, con ironia, era pronto ad assoldare gattini per mangiare i piccoli pesci che identificano il nuovo movimento spontaneo. Diversi analisti politici hanno avuto modo di sottolineare come probabilmente le sardine strizzino maggiormente l'occhio a ideologie che virano a sinistra. E proprio da quella parte politica, come detto, arriva un parere positivo espresso da una voce storica del centrosinistra come Romano Prodi.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Pd Lega Nord

Prodi apprezza la richiesta di toni civili

Sotto il profilo dei toni, l'attuale momento della politica non può certo essere considerato dei più cauti. L'ex Presidente del Consiglio, in delle dichiarazioni riportate da Repubblica, sottolinea come quella delle sardine possa essere quasi un'istanza di ritorno a confronti entro binari che maggiormente si addicono a contesti come quelli del dibattito politico. "La gente - ha detto - è perplessa dalle tensioni che ci sono".

E non manca una certa sorpresa per quello che, in poco tempo, si è riuscito a costruire sotto il profilo del seguito: "Io, in vita mia, non avevo mai visto - ha ammesso Prodi - una grande manifestazione che inneggia alla civiltà dei toni".

Questo, a suo avviso, sarebbe il sintomo che la gente sarebbe stufa della durezza che si ravvisa nell'attuale dibattito politico, indipendentemente dal contenuto. Una situazione che, secondo l'ex Presidente del Consiglio, "comincia a stancare".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto