Giorgia Meloni è finita sotto la lente d'ingrandimento di Luisella Costamagna. La giornalista, in un editoriale apparso su Il Fatto Quotidiano, è tornata sul fatto che il Times abbia collocato la leader di Fratelli d'Italia tra le venti persone che potrebbero cambiare il mondo. Una considerazione che non sembra trovare l'approvazione di colei che ha firmato un editoriale in cui viene ripercorsa la carriera Politica dell'esponente del centrodestra. Tant'è che già il titolo appare eloquente: "Cosa ha fatto per l'Italia?".

Un interrogativo a cui vengono fornite risposte che, almeno nelle mire della giornalista, diventa il presupposto per evidenziare alcuni punti di incoerenza messi in luce dall'evoluzione del pensiero politico di Giorgia Meloni che, ad esempio, viene accusata di aver sostenuto il governo Monti e aver votato a favore della legge Fornero.

Costamagna parla di Meloni in politica da 25 anni

Luisella Costamagna ha inteso mettere in evidenza come, di fatto, Giorgia Meloni sia all'interno della politica da un quarto di secolo.

Non è sembrata d'accordo con la diretta interessata quando mette in evidenza il fatto di essere stata spesso all'opposizione e di essere riuscita a fare comunque qualcosa pur non avendo beneficiato della possibilità di governare. Un dato che viene smentito dalla giornalista. Quest'ultima ha evidenziato che, in realtà, è stata a lungo al governo con Silvio Berlusconi avallando scelte come leggi ad personam e misure fiscali che regalano gli scenari attuali all'Italia, definita 'paradiso' in maniera ironica.

Costamagna ricorda sostegno a Monti della Meloni

Nell'articolo la Costamagna ha lasciato intendere come la Meloni, in occasione del caso Ruby, si schierò a fianco di Berlusconi e poi ha spostato il ricordo al 2011. Quella era l'epoca in cui l'Italia, a rischio default, fu costretta ad affidarsi ad un governo di tecnici che scongiurasse eventuali orizzonti neri per il Paese. Proprio dopo la fine di quel governo di centrodestra di cui la Meloni faceva parte, arrivò l'esecutivo dei "professori".

Era l'anno del governo Monti e Luisella Costamagna ha sottolineato quello che fu l'atteggiamento di chi oggi è a capo di Fratelli d'Italia. ."Lei, pancia a terra, a sostenerlo e a votare i provvedimenti Salva Italia a cui il suo ex governo ci aveva costretti e a cui ora lei dà battaglia". Il riferimento successivamente è diventato chiaro con l'enumerazione dei punti non osteggiati, a suo avviso, dalla Meloni: legge Fornero ed Imu su tutti.

Parole che, in un certo senso, mirano a sconfessare la tesi della Meloni secondo cui, al momento, sarebbe stata spesso all'opposizione, ma anche a ricordare come si trovò, secondo Luisella Costamagna, a votare ciò che ora si sforza di combattere.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!