Si è parlato anche di migranti e del caso Gregoretti nella puntata di Quarta Repubblica andata in onda lunedì 3 febbraio su Rete 4. Il conduttore Nicola Porro ha mostrato un servizio esclusivo che dimostrerebbe come le autorità tedesche considerino persone non gradite e persino a rischio terrorismo alcuni migranti sbarcati in Italia e poi arrivati in Germania.

A commentare lo scoop, oltre al giornalista Luca Telese, c’erano in studio due esponenti politici: Nicola Molteni della Lega e Alessia Morani del Pd, protagonisti di un accesissimo botta e risposta.

Se il primo ha difeso ovviamente a spada tratta l’operato del suo leader, Matteo Salvini, quando ricopriva il ruolo di Ministro dell’Interno, la Morani, al contrario, ha adombrato l’ipotesi che Salvini non “abbia adempiuto bene al proprio dovere”, visto anche il caso Anis Amri, autore dell’attentato a Berlino nel 2016, passato prima e dopo per il nostro Paese.

Nicola Molteni loda Salvini: ‘Difende l’Italia dai migranti irregolari’

“Salvini non difende l’Italia da una nave militare italiana, ma da 131 migranti irregolari di cui nessuno sa da dove vengono - afferma Nicola Molteni a Quarta Repubblica - questa è la differenza tra un Paese serio e l’Italia che, prima dell’arrivo di Salvini, tra il 2012 e il 2017 ha fatto entrare 700mila migranti.

Tutti pensano che quelli che arrivano scappano da guerre e persecuzioni, ma a volte sono criminali che mettono a rischio la sicurezza del Paese - commenta il leghista che fa proprio l’esempio del terrorista islamico Anis Amri - entrato nel 2016 in Italia con un barcone, commette dei reati, va in carcere si radicalizza, va in un Cpr, dovrebbe essere espulso. Esce dal centro di accoglienza e va a commettere un reato.

Questo per dire che cosa? Che in un Paese serio un Ministro dell’Interno, in questo caso ad esempio Matteo Salvini, non solo ha il diritto di difendere le frontiere e i confini del Paese, ma ha il dovere di difendere la sicurezza degli italiani. Questa è la differenza tra un Paese serio e uno non serio”.

La risposta di Alessia Morani: ‘Salvini non ha adempiuto al proprio dovere sui migranti’

“Se è vero quello che dice Molteni e se è vero quello che dicono i tedeschi - replica Alessia Morani - allora al Ministro dell’Interno Matteo Salvini sono sfuggite tre persone pericolose?

Il così tanto efficace Ministro dell’Interno? Se è vero quello che dite, significa che Salvini a suo tempo non ha difeso in maniera efficace il suolo nazionale da tre presunti terroristi, come avete ricostruito voi, come dice pare il documento del Ministro tedesco. Quindi Salvini pare che non abbia adempiuto bene al proprio dovere”.

Lo scontro con Molteni: ‘I migranti sono scappati’

“È esattamente il contrario”, Nicola Molteni prova a difendere il suo leader Salvini. “Però poi sono scappati”, chiosa invece la Morani facendo riferimento ad alcuni migranti scappati dall’Italia alla Germania. “Proprio per difendere la sicurezza del nostro Paese noi abbiamo fatto un decreto che voi volete da un lato smantellare - riprende la parola il leghista - ma non lo avete ancora fatto perché avete paura di perdere voti sul tema dell’immigrazione.

Ma soprattutto quel decreto voi oggi non lo state applicando, questa è la cosa grave”.

Ma la parlamentare dem pretende l’ultima tribuna: “Erano loro al governo, le persone che arrivano devono essere controllate bene”.

Segui la nostra pagina Facebook!