La Ministra renziana Teresa Bellanova minaccia di far cadere il governo Conte sulla prescrizione. “Non molliamo, il Premier deve mediare o il governo può cadere”. È questo il titolo scelto dal quotidiano Repubblica per la breve intervista pubblicata questa mattina, 3 febbraio, alla titolare del Ministero per le Politiche Agricole, senatrice di Italia Viva. L’attacco alla riforma della legge sulla prescrizione, voluta dal Ministro della Giustizia M5S Alfonso Bonafede, è partita già nello scorso fine settimana, durante la prima assemblea del partito fondato da Matteo Renzi.

L’ex Premier ha invitato caldamente Bonafede a fermarsi prima che sia troppo tardi. L’esponente pentastellato ha però replicato duramente, rendendo noto di non accettare ricatti. Ecco perché Teresa Bellanova ha deciso di controreplicare, arrivando persino a minacciare di staccare la spina al governo Conte.

Teresa Bellanova: ‘Con Conte siamo leali ma pretendiamo rispetto’

Nel corso dell’intervista rilasciata alla giornalista Giovanna Vitale di Repubblica, Teresa Bellanova dimostra di non avere peli sulla lingua. Per prima cosa, la Ministra delle Politiche Agricole in quota Italia Viva mette in chiaro che con Giuseppe Conte “siamo leali ma pretendiamo rispetto”. Parlando degli alleati di governo del M5S, però, la fedelissima di Matteo Renzi è convinta che “sulla prescrizione rischia di andare a sbattere”, mente il suo ex partito, il Pd, “deve scegliere tra il riformismo e il massimalismo”.

Bellanova: ‘Pronti a votare la proposta di Forza Italia’

Teresa Bellanova ci tiene a ribadire che gli esponenti di Italia Viva non avrebbero “mai cambiato posizione sulla prescrizione”, ma pretende il “rispetto della Costituzione” perché, a suo modo di vedere, i cittadini italiani hanno diritto a una “giustizia giusta”. La collaboratrice di Matteo Renzi rivela che il suo partito avrebbe atteso pazientemente che Conte “avanzasse una mediazione” tra le varie forze che compongono la maggioranza.

Ma, arrivati a questo punto, o si vota la proposta Annibali sulla prescrizione, oppure “saremo costretti a votare un’altra proposta”, quella di Forza Italia.

Bellanova contro Conte: ‘Non è il nostro idolo’

L’intervistatrice a quel punto le fa notare che il rischio è quello di far cadere il governo Conte. “Non si possono tenere le persone sotto processo a vita.

Il M5S non ha i numeri in parlamento per decidere da solo - risponde piccata la Bellanova - l’eventuale responsabilità della caduta del governo ricadrà su chi non cerca una soluzione unitaria”. Insomma, secondo la fedelissima di Matteo Renzi, quello sulla prescrizione è un provvedimento del governo gialloverde, “non vorrei si creasse un precedente per tenere in piedi i provvedimenti più violenti approvati nei 14 mesi gialloverdi, i decreti sicurezza andrebbero cancellati”. La giornalista le chiede conto del perché, allora, sostengano ancora Conte se non sono d’accordo su nulla, nemmeno con la revoca della concessione ad Autostrade. “Non vogliamo creare problemi - conclude la Bellanova - sosteniamo Conte con lealtà ma lui non è il nostro idolo e pretendiamo rispetto, le nostre idee devono avere pari dignità a quelle degli altri”.