L’istituto di ricerche SWG ha pubblicato i Sondaggi politici. L’orientamento di voto degli italiani ai primi del mese di febbraio fanno registrare grosse novità. Su tutte l’incremento del Partito Democratico, che viene dato in forte rialzo rispetto alla rilevazione precedente. Il distacco dalla Lega diminuisce, anche se resta ancora troppo ampio. Contemporaneamente, si registra un brusco arretramento del M5S nelle intenzioni di voto dei cittadini, che rischia seriamente di perdere la propria posizione sul podio.

Di seguito vi riportiamo quanto riscontrato nei sondaggi politici di SWG, mostrati nel corso del TG di La7.

SWG: Lega si mantiene in testa, crescita per Forza Italia

La Lega guarda tutti dall’alto, ottenendo il 33,3%. Rispetto alla volta scorsa ha incrementato il proprio bottino dello 0,3%. Viene sì consolidata la leadership dal partito di Matteo Salvini, ma alle sue spalle prova a rimontare il Pd. Quest’ultimo si attesta al 19,7%, facendo registrare un rialzo deciso (+2,2%) in pochi giorni. A chiudere il podio troviamo il Movimento 5 Stelle, ma i grillini sono in difficoltà e scivolano al 13,9% (-1%).

Come detto, rischiano di perdere la propria posizione a discapito di Fratelli d’Italia. Il partito di Giorgia Meloni, nonostante abbia fatto segnare una piccola flessione (-0,4%), riduce il gap e si attesta al 10,2%.

Nella top five abbiamo Forza Italia, che incrementa dello 0,3%, portandosi al 6,3%. Alle sue spalle c’è da segnalare la perdita di consensi da parte di Italia Viva (-0,5%), che si attesta al 4,1%.

La propria posizione non è a rischio, perché i partiti che seguono non fanno grandi passi avanti. Il primo degli inseguitori è Sinistra Italiana / MDP con il 3,1% (-0,4%). Poco più indietro troviamo Azione con il 2,6% (+0,1%) e Verdi con il 2% (-0,1%). In scia c’è Più Europa con l’1,9%, che viene sopravanzato dopo aver perso lo 0,3% rispetto alla rilevazione precedente. Si conclude con Cambiamo, che viene attestato all’1,1% (-0,3%).

Le rimanenti liste raccolgono nel complesso l’1,8% (+0,1%). L’istituto di ricerche SWG mostra un calo degli italiani intervistati che non si esprime. La percentuale è scesa dal 39% al 36%.

Piepoli: PD e M5S meglio divisi alle elezioni amministrative

Oltre ai classici sondaggi politici, altri istituti di ricerche hanno interpellato i cittadini chiedendo altro. Piepoli, ad esempio, ha domandato agli italiani se PD e M5S dovrebbero presentarsi insieme o meno alle prossime elezioni amministrative. Il 26% ha risposto di sì, mentre il 37% ritiene sia migliore presentarsi divisi. Il 21% pensa sia meglio scegliere di volta in volta, mentre il restante 17% non ha un’opinione a riguardo.

Considerando i soli elettori del PD, abbiamo il 35% a favore di un’unione tra i due partiti, mentre appena il 28% crede sia migliore scendere in campo unendo le forze. Al contrario, tra gli elettori del M5S abbiamo una situazione inversa, con il 38% favorevole e 45% contrario.

Segui la nostra pagina Facebook!