I deputati del Partito Democratico, attraverso il loro profilo ufficiale su Twitter, hanno scelto di veicolare un messaggio finalizzato a sensibilizzare i propri follower alla lotta contro lo spreco alimentare. Un messaggio socialmente utile che, però, è destinato a far discutere per un altro motivo di natura politica. Tra gli obiettivi prefissati c'era, infatti, quello di lanciare una campagna finalizzata ad intraprendere buone abitudini e ad evitare i cattivi esempi. E, a proposito di cattivi esempi, quello che viene segnalato è Matteo Salvini, leader della Lega ed avversario politico.

Il numero uno del Carroccio viene così etichettato come icona dello spreco alimentare.

In Italia si sprecano 6,5 miliardi di euro di cibo

In occasione della giornata nazionale contro lo spreco elementare, il profilo Twitter dei deputati del Partito Democratico ha scelto di sciorinare alcuni numeri che potrebbero essere migliorati relativamente alle abitudini degli italiani. Le statistiche sono contenute all'interno del tweet destinato ad essere particolarmente discusso. Si parla, infatti, del fatto che in Italia ad oggi si sprecherebbero circa 6,5 miliardi di euro di cibo ogni anno.

Una cifra importante e che si avrebbe l'obbligo morale e sociale di ridurre considerevolmente, considerato che non tutti possono vantare quest'opulenza. Soprattutto in una fase in cui c'è emergenza sociale per alcune classi di reddito dell'Italia ed in altre parti del mondo si conviva ancora con la fame tra le popolazioni.

Salvini considerato come qualcuno da non emulare

C'è un sistema per evitare che lo spreco si concretizzi.

È lo stesso tweet dei deputati del Partito Democratico ad indicare per grandi linee quelle che dovrebbero essere le strategie da mettere in atto. "Contrastare - si legge - le cattive abitudini è un impegno che prendiamo seriamente. Servono educazione al risparmio e buoni esempi". Fin qui sembra un messaggio socialmente utile, ma destinato a passare quasi sotto traccia per i toni. Nell'ultima, parte, però arriva la stilettata ad un noto avversario politico.

"In 30 secondi - prosegue il tweet - vi mostriamo il primo esempio da non emulare". A corredo del testo c'è una clip che, in mezzo minuto, propone una rassegna di foto che ritraggono Matteo Salvini con qualcosa da mangiare. E' noto come il leader della Lega, attraverso i suoi social network, si trovi a diffondere suoi scatti mentre assaggia un piatto tipico del posto in cui si trova o si conceda qualcosa di cui va ghiotto. Non resta che attendere per capire quale sarà la sua reazione, dopo essere stato proposto come cattivo esempio.

Segui la nostra pagina Facebook!