Come d'abitudine di ogni giovedì un sondaggio elettorale realizzato da Emg Acqua viene divulgato nella trasmissione Agorà di Rai 3 condotta da Serena Bortone.

Nella puntata di questo 9 aprile sono stati diffusi i nuovi dati elaborati dall'istituto di Fabrizio Masia, secondo i quali la somma dei tre partiti del centrodestra sarebbe oltre il 48%.

Lega sempre primo partito, davanti al PD

Il sondaggio conferma ancora una volta la leadership e il ruolo primario della Lega nell'elettorato: il partito di Matteo Salvini registra una flessione di 1,2 punti rispetto all'ultima rilevazione e si attesta al 29,1% dei consensi dichiarati.

Il secondo partito italiano rimane il Partito Democratico, che si mantiene a un'ampia distanza dalla Lega prima e mantiene un buon vantaggio sul Movimento 5 Stelle, terzo. I democratici sono quotati ora al 21,4% dei voti. Un leggerissimo aumento del 0,1% rispetto alla settimana precedente per il partito guidato da Nicola Zingaretti.

Al terzo posto tra il Movimento 5 Stelle che viene dato al 15,0% dei consensi, in crescita dello 0,3% in sette giorni. Un miglioramento forse anche legato alla popolarità del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella gestione di questa delicata fase politica.

Per l'istituto di Masia, continua la crescita di Fratelli d'Italia: il partito di Giorgia Meloni sale in una settimana dello 0,7% e si porta al momento al 13,8%.

Forza Italia poco sotto il 6%, Italia Viva è data al 5%

Proseguendo nell'analisi del quadro politico dipinto da Emg Acqua per Agorà, al quinto posto troviamo Forza Italia di Silvio Berlusconi con il 5,7% dei consensi stimati, in leggerissima flessione (dello 0,1% in una settimana).

Italia Viva è quotata al 5,0%.

Quello del partito di Matteo Renzi è il dato più complesso da valutare visto che non esistono precedenti nelle urne elettorali.

Guardando quindi i dati delle coalizioni, il centrodestra unito (Lega, FdI e Forza Italia) si troverebbero al 48,6%. Mentre le tre principali forze che appoggiano il Governo Conte (Pd, M5S e IV) sarebbero al 41,4%.

Proseguendo tra le forze minori Azione di Carlo Calenda e La Sinistra avrebbero lo stesso consenso: il 2,2% ciascuno. Più Europa di Emma Bonino è data all'1,8%, così come Europa Verde, entrambi stabili rispetto alla settimana precedente. Il 2% degli intervistati ha invece espresso di scegliere un altro partito minore. Il 41,3% delle persone invece ha dichiarato che non andrà a votare o si definisce ancora indeciso.

Riguardo alla fiducia riposta nei singoli leader, il sondaggio rileva che il più gradito dagli italiani in questa fase è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte con il 45%. Seguono Meloni al 36%, Salvini al 35%, Zingaretti al 24%, Di Maio al 21% e poi ancora Santori (delle "Sardine") al 19% e Berlusconi al 18%.

Poi troviamo Toti appaiati al Calenda al 16%, Matteo Renzi al 14% e infine Crimi al 12%.

Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la pagina Elezioni Politiche
Segui
Segui la pagina Pd
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!