È un Vittorio Feltri che mantiene fede al suo stile schietto quello che, in un tweet, allude ad un possibile pagamento di un riscatto per la liberazione di Silvia Romano. Il direttore di Libero ha lasciato intendere che dietro il ritorno a casa dell'attivista possa esserci uno scambio di natura economica, pur manifestando felicità per un'operazione che ha restituito la libertà alla giovane italiana rapita in Africa.

Silvia Romano libera: l'annuncio di Giuseppe Conte

"Sono stata forte e ho resistito. Sto bene e non vedo l'ora di ritornare in Italia". Sono state le prime parole che Silvia Romano ha avuto modo di dire nel momento in cui è riuscita finalmente ad uscire dalla prigionia.

Un'operazione dell'Aise l'ha strappata ai suoi rapitori che l'avevano intercettata in Kenya, dove stava svolgendo la sua esperienza di volontariato. L'annuncio del successo dell'operazione è arrivato nel pomeriggio di sabato 9 maggio. È stato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ad annunciare con giubilo il fatto che la giovane italiane avesse ritrovato la libertà.

Le parole del premier hanno avuto un pensiero di gratitudine nei confronti di "uomini e donne" del servizio di intelligente. Il tutto espresso in un tweet che ha avuto come chiosa un quasi liberatorio: "Silvia, ti aspettiamo in Italia".

Silvia Romano liberata grazie ad operazione dell'Aise

Secondo quelle che sono le ricostruzioni fornite dai media, l'operazione di liberazione sarebbe stata condotta dall'Aise con la collaborazione dei servizi turchi e somali.

Subito dopo l'operazione scattata nella notte prima del 9 maggio, Silvia Romano è stata trasportata presso il compound delle forze internazionali a Mogadiscio.

La giovane era stata rapita il 20 novembre del 2018 e, dunque, dopo un anno e mezzo di prigionia potrà riabbracciare parenti ed amici. Una notizia che naturalmente non può che generare felicità.

Un sentimento che anima anche Vittorio Feltri. "Siamo - ha scritto su Twitter - tutti contenti della liberazione di Silvia Romano. Lo saremmo di più se ci dicessero quanto s'è dovuto pagare di riscatto". Parole che, con buone probabilità, sono destinate a sollevare un polverone che, al momento, hanno già accesso il dibattito su Twitter.

In molti stanno replicando al tweet di Vittorio Feltri. Il fatto che, però, un pensiero del direttore di Libero finisca per accendere un dibattito non è più una novità.

In attesa di chiarire i dettagli dell'operazione di liberazione, il dato certo è che la famiglia di Silvia Romano prestissimo potrà riabbracciare la giovane attivista dopo tanti mesi di prigionia.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!