Diego Fusaro ritiene che il lockdown sia quasi uno strumento politico che in futuro potrebbe essere addirittura utilizzato. Un'opinione di rottura che non smentisce il fatto che il filosofo non ama stazionare in posizioni da pensatori politically correct. Ne ha parlato nell'ambito della rubrica Lampi del pensiero, pubblicata dal sito affaritaliani.it. La prospettiva si coniuga con quanti evidenziano il rischio quantomeno ipotetico che in autunno l'Italia possa subire una seconda ondata da Coronavirus. Orizzonte che, però, al momento non è corredato da alcun tipo certezza medico-scientifica

Diego Fusaro contro il governo 'giallofucsia'

Diego Fusaro non ha mai avuto toni morbidi nei confronti del governo sostenuto da Partito democratico e Movimento 5 stelle.

Non a caso, con mire critiche, lo definisce "giallofucsia" e non giallorosso come la stampa lo chiama convenzionalmente. La sua nuova analisi rispetto a quelle che potrebbero essere le strategie del sodalizio governativo riguardano alcune tra le ultime dichiarazioni del ministero dell'Economia Roberto Gualtieri. "Stiamo lavorando - ha detto - per evitare rivolte sociali in autunno". Un'uscita che non ha trovato l'approvazione di Diego Fusaro che ha segnalato il mancato proposito di impegno verso ciò di cui, a suo avviso il Paese, avrebbe bisogno. "Si badi - specifica il futuro - non stanno lavorando per la ripresa, per i ceti medi. No. Lavorano per evitare le rivolte". Punto che porta Fusaro ad equiparare l'intento palesato da un esponente del governo alle strategie che metterebbe in campo un totalitarismo del Sud America.

Fusaro parla di virus come soluzione per evitare problemi

Non è un mistero che la grave emergenza sanitaria ha fatto scaturire una situazione emergenziale anche a livello economico. Diversi analisti ritengono che l'autunno potrebbe essere 'caldo', considerato che molti nodi di una situazione senza precedenti rischiano di venire al pettine.

Diego Fusaro con la consueta vena critica nei confronti di chi oggi governa il Paese si lascia andare a una considerazione piuttosto provocatoria rispetto ai presunti auspici di chi sarebbe costretto a gestire l'emergenza in arrivo. "Il ritorno del virus - chiosa - e il nuovo lockdown paiono essere la soluzione migliore per evitare le rivolte...".

Parole che, come di consueto, certificano l'attitudine del filosofo a non esprimere concetti banali. L'idea di Fusaro sembra essere che un nuovo clima di paura nei confronti di una possibile nuova impennata della pandemia possa mettere a tacere eventuali tumulti sociali generati dall'eventuale disagio popolare.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!