Lega di Matteo Salvini in calo e Partito Democratico sempre più vicino al Carroccio. Sono questi i dati principali di un sondaggio realizzato da Demos&Pi e Demetra per il quotidiano La Repubblica. La rilevazione che viene effettuata a cadenza bimestrale è stata realizzata dal 26 al 28 ottobre. Se il Pd vede la vetta meno lontana il cambiamento c'è invece al terzo posto con Fratelli d'Italia sopra il Movimento 5 Stelle. Sondato anche il consenso ai principali leader politici, in testa ci sono a parimerito il governatore del Veneto, Luca Zaia e il premier Giuseppe Conte.

Lega in calo, il Partito Democratico sarebbe a solo un punto e mezzo da Salvini

Dal sondaggio emergerebbe una Lega al 23% in ribasso di un punto e mezzo percentuale rispetto a due mesi fa. Secondo partito italiano rimarrebbe il Partito Democratico in crescita di quasi un punto percentuale e attestato al 21,5%. Molto vicini Fratelli d'Italia e Movimento 5 Stelle. Il partito di Giorgia Meloni sarebbe in crescita e si attesterebbe al 16,2%. Percorso opposto per il partito retto da Vito Crimi che sarebbe al 15,7%. Dai dati del sondaggio emerge che Forza Italia sarebbe al 7,3%, Leu-La Sinistra al 3,3%. Più in basso Matteo Renzi e Italia Viva al 2,6%. Il partito dell'ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda vedrebbe la sua Azione accreditata del 2,4%.

Più Europa di Emma Bonino sarebbe stabile al 2,3%. Il 5,7% sarebbe il dato dei consensi alle altre forze politiche non presenti in questa lista.

Consenso ai leader, in calo i giudizi positivi su Conte raggiunto in testa da Zaia

La rilevazione ha anche valutato le opinioni degli italiani nei confronti dei principali leader politici in questa delicata fase di gestione di un'emergenza sanitaria che sembra acuirsi.

Il gradimento nei confronti del presidente del consiglio Giuseppe Conte nel periodo indicato è passato dal 60% al 58%. Conte in vetta al gradimento ora è affiancato dal presidente della Regione Veneto Luca Zaia. L'esponente leghista sale dal 54% al 58%. Al terzo posto nella classifica di gradimento c'è Mario Draghi, dato al 54%.

A seguire ci sono il ministro della Salute Roberto Speranza e la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, entrambi appaiati al 42%.

Segue il commissario europeo Paolo Gentiloni con il 40%. In forte crescita in questi due mesi il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini ora al 39% e davanti al leader della Lega Matteo Salvini dato al 38%. Seguono in classifica Dario Franceschini e Emma Bonino al 37%, il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca al 36%, un punto sotto Berlusconi. A quota 32% si trovano il leader del Partito Democratico e presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.