Teresa Bellanova contro Giuseppe Conte. Ospite di Myrta Merlino a L’aria che tira durante la puntata del 18 febbraio, l’esponente di Italia viva ed ex ministro dell’Agricoltura del governo giallorosso punta il dito contro l’ex presidente del Consiglio. Il motivo della sua irritazione è la ricostruzione dei momenti in cui lei e il partito guidato Matteo Renzi decisero di togliere la fiducia a Conte, perché capirono che era interessato soltanto alla gestione del Recovery fund. Un confronto impari tra l’ex premier e il nuovo, Mario Draghi, secondo Bellanova.

Myrta Merlino a Teresa Bellanova: ‘Voleva gestire il denaro Conte?’

Teresa Bellanova ritiene che “avevamo a Palazzo Chigi un avvocato molto interessato alla gestione del Recovery”. Mentre ora, prosegue, “abbiamo a Palazzo Chigi un signore che ha un’idea di Paese, un’idea di sistema Paese. E questa è una bella differenza”. La conduttrice si rivolge allora alla sua ospite affermando che “ha detto una cosa abbastanza grave. Voleva gestire il denaro Conte?" Le domanda.

Bellanova ribadisce le sue accuse a Conte

“Non è la prima volta che dico che noi ci siamo trovati nottetempo un emendamento che doveva entrare in legge di Bilancio, dove si prevedeva che la gestione di 209 miliardi doveva essere affidata a sei esperti e 300 tecnici”, attacca Bellanova ribadendo le sue accuse all’ex premier.

L’esponente di Italia viva ricorda di aver presieduto lei stessa quella riunione di maggioranza “per ore e ore”, comunicando proprio in quella sede che “per noi si era imboccata una strada senza ritorno”. Infatti, a suo modo di vedere, non si era arrivati a quella decisione sulla gestione del Recovery fund “con una discussione sul merito”.

‘Sarebbe bello che tirassero fuori i verbali di quel consiglio dei Ministri'

Ma l’offensiva Politica di Teresa Bellanova contro i suoi ex alleati di governo non finisce qui. “Sarebbe bello che tirassero fuori i verbali di quel consiglio dei Ministri” durato più di un’ora durante il quale Conte ha illustrato “comma per comma l’articolo sulla gestione del Recovery”, dando poi la parola all’allora ministro Enzo Amendola dicendo: “Per 10 minuti Amendola illustrerà il Recovery”, questa la pressante richiesta dell'ex ministro dell'Agricoltura.

Bellanova si rivolge allora a Merlino. “Lei capisce - si mostra stupefatta e indignata - era la prima volta che si discuteva in consiglio dei Ministri lo strumento che avrebbe portato all’Italia 209 miliardi. Come vuole che io classifichi questo comportamento?”. Insomma, per Teresa Bellanova e i renziani la responsabilità della caduta del governo giallorosso sarebbe attribuibile esclusivamente al comportamento di Conte.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!