Alta tensione a Piazzapulita. Protagonisti di un duro botta e risposta nello studio del talk show di la7, condotto da Corrado Formigli sono il deputato della Lega, Claudio Borghi, e il microbiologo dell’Università di Padova Andrea Crisanti. È il leghista a dare fuoco alle polveri della polemica definendo Crisanti un “esperto di genetica della zanzara anofele”, non certo di lockdown. Il medico replica stizzito rivendicando i suoi studi e respingendo con decisione le accuse del suo interlocutore.

Claudio Borghi ospite di Piazzapulita

Corrado Formigli domanda al suo ospite perché la Lega stia “remando contro” il decreto riaperture appena varato dal governo, visto che il leader Matteo Salvini ha imposto l’astensione in Cdm.

“Il decreto riaperture è nostro, lo abbiamo chiesto noi di riaprire prima", replica deciso Borghi criticando apertamente le "chiusure" confermate dal governo Draghi. Poi, l’ospite di Piazzapulita commenta i numeri “molto allarmistici” sulla pandemia di Coronavirus che ha appena sentito citare anche da Andrea Crisanti. Claudio Borghi rivendica il fatto di essersi informato sul lockdown che secondo la maggior parte degli esperti “funziona”, aggiunge polemico.

L’affondo del deputato leghista contro Crisanti: ‘Il suo campo non è questo’

Borghi prosegue il suo intervento affermando di avere "rispetto" per Andrea Crisanti, ma puntualizzando che, se un politico deve decidere cosa fare per fronteggiare una pandemia, deve ascoltare prima i più importanti esperti mondiali di epidemiologia.

"Crisanti è un esperto di genetica della zanzara anofele", il deputato attacca il virologo collegato in video con lo studio di Piazzapulita. Fatto che lui ritiene certamente degno di merito ma che, nonostante la "simpatia" che prova personalmente per Crisanti, non lo renderebbe un esperto di pandemie. Poi il deputato leghista cita alcuni studi che, a suo dire, dimostrerebbero l’inutilità del lockdown.

La replica stizzita di Crisanti a Piazzapulita

Il conduttore di Piazzapulita lo incalza domandandogli se allora i lockdown decisi in questo ultimo anno siano stati inutili. “Probabilmente non sarebbero gravi i risultati”, replica Borghi. Formigli chiede quindi a Crisanti di intervenire, visto che è stato chiamato direttamente in causa da Borghi.

“La nullità di quello che ha detto si giustifica da sola, non voglio aggiungere altro", si schermisce inizialmente il medico che poi però non si trattiene. Andrea Crisanti rivendica di essere un "esperto di malaria", esperienza che gli avrebbe permesso di capire "come si combatte" una pandemia come quella di coronavirus, conclude il microbiologo romano.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!