La Corte Suprema degli Stati Uniti ha bloccato il provvedimento con cui il Presidente Joe Biden richiedeva ai lavoratori delle grandi aziende l'obbligo di vaccinazione contro il Covid-19 o, in alternativa, la presentazione di un test negativo settimanale. Nella misura anche l'uso della mascherina sul posto di lavoro.

"Sebbene il Congresso abbia indiscutibilmente conferito all'OSHA (Occupational Safety and Health Administration) il potere di regolare i rischi professionali, - spiega la Corte - non ha conferito a questa il potere di regolamentare la salute in modo così ampio".

Secondo il Tribunale Supremo, infatti, l'applicazione dell'obbligo ai luoghi di lavoro con almeno 100 dipendenti avrebbe coinvolto un numero troppo vasto di lavoratori (circa 84 milioni) provocando una "significativa violazione della loro vita e della loro salute".

A bloccare la decisione sono stati 6 voti dei conservatori contro i 3 voti dei giudici liberali, Elena Kagan, Sonia Sotomayor e Stephen Breyer, i quali hanno anche accusato la maggioranza di aver usurpato il potere del Congresso senza basi legali.

Ad essere approvato con 5 voti contro 4, è stato invece l'obbligo vaccinale per i dipendenti di ospedali, case di cura e altri fornitori di assistenza sanitaria che ricevono fondi federali.

Il provvedimento coinvolgerà circa 10,4 milioni di dipendenti operanti in 76.000. strutture.

Le dichiarazioni di Biden sul blocco della Corte

Il Presidente americano Joe Biden, il cui tasso di approvazione dall'elezione a oggi risulta in calo, si è detto deluso dalla decisione della Corte di bloccare un 'provvedimento di buon senso ideato per salvare la vita dei dipendenti' fondato, come sottolineato dallo stesso presidente, sulla legge e sulla scienza.

La sua amministrazione, che dall'inizio della pandemia ha portato avanti iniziative di contrasto alla diffusione del Coronavirus, aveva stimato che istituire il requisito vaccinale per le grandi aziende avrebbe salvato 6.500 vite e impedito 250.000 ricoveri ospedalieri in sei mesi.

"Anche se la Corte ha bocciato la mia misura, non può impedirmi di usare la mia voce di Presidente per indurre i datori di lavoro a fare la scelta giusta", ha affermato Biden, auspicando che questi possano introdurre spontaneamente l'obbligo vaccinale per proteggere la salute e l'economia degli americani.

L'attuale situazione Covid-19 negli USA

La decisione della Corte di annullare il provvedimento è arrivata nel momento in cui negli Stati Uniti imperversa la variante Omicron, che ha provocato un'ondata di infezioni senza precedenti.

Secondo l'analisi dei dati svolta dalla John's Hopkins University, gli States registrano in media 786.000 nuove infezioni al giorno, con un aumento del 37% rispetto alla scorsa settimana. Anche i ricoveri hanno raggiunto il picco, con 149.000 americani negli ospedali statunitensi, con una crescita del 27% negli ultimi 7 giorni.