Il mondo delle notizie è complesso e le storie, così come le foto false spesso vengono ampiamente condivise sui social media. Il team editoriale di Blasting News individua ogni settimana le bufale più popolari e le informazioni fuorvianti per aiutarti a distinguere il vero dal falso. Ecco le Fake News più condivise di questa settimana.

Mondo

L'immagine non mostra le proteste no-vax di Ottawa nel 2022

Affermazione falsa: Gli utenti di Twitter e Facebook hanno condiviso una foto di una grande folla in una piazza, insieme a una didascalia secondo cui l'immagine sarebbe stata scattata di recente a Ottawa, capitale del Canada, durante una manifestazione a sostegno del cosiddetto Freedom Convoy: si tratta una serie di proteste organizzate dai camionisti del paese contro le misure sanitarie adottate dal governo del primo ministro Justin Trudeau, in particolare contro la vaccinazione obbligatoria per attraversare il confine tra Stati Uniti e Canada.

Verità:

  • Una ricerca per immagini mostra che la foto condivisa sui social è stata scattata il 10 marzo 1991 durante una manifestazione in piazza Manezhnaya a Mosca a sostegno di Boris Eltsin, che divenne poi presidente della Federazione Russa dal 1991 al 1999.
  • Secondo il sito web della scuola francese di scienze politiche Sciences Po, circa 500.000 persone hanno partecipato alla manifestazione giorni prima di un referendum sul futuro dell'Unione Sovietica.

USA

Le reti 5G non causano sintomi influenzali

Affermazione falsa: I post condivisi sui social affermano che le radiazioni prodotte dalla tecnologia 5G fanno ammalare le persone con sintomi simili a quelli influenzali.

Verità:

  • In un post sul suo sito web dal titolo "Prove scientifiche della sicurezza dei telefoni cellulari", la Food and Drug Administration (FDA) americana afferma: "A oggi non esiste alcuna prova scientifica coerente o credibile di problemi di salute causati dall'esposizione alle onde radio emesse dai telefoni cellulari".
  • "Mentre molte delle caratteristiche specifiche del 5G rimangono non chiare, è noto che i cellulari 5G useranno frequenze coperte dalle attuali linee guida di esposizione della FCC (300 kHz-100 GHz), e le conclusioni raggiunte sulla base dell'attuale corpo di prove scientifiche riguardano queste frequenze", conclude l'agenzia.
  • Le false affermazioni arrivano mentre le grandi aziende delle telecomunicazioni americane stanno investendo nello sviluppo delle infrastrutture necessarie per la diffusione del 5G, e mentre il paese affronta la pandemia di Covid-19, che causa sintomi simili all'influenza.

USA

Whoopi Goldberg sostiene erroneamente che l'Olocausto "non riguardava la razza"

Affermazione falsa: Nell'episodio di lunedì di "The View" della ABC, l'attrice e co-conduttrice Whoopi Goldberg ha affermato che la persecuzione degli ebrei durante l'Olocausto "non riguardava la razza".

"Siamo sinceri, l'Olocausto non riguarda la razza. Riguarda la disumanità dell'uomo verso l'uomo, ecco di cosa si tratta. Si tratta di due gruppi di persone bianche uno contro l’altro", ha detto Goldberg durante una discussione sulla decisione di un distretto scolastico del Tennessee di vietare "Maus", una graphic novel sull'Olocausto vincitrice del premio Pulitzer.

Verità:

  • Durante il dibattito seguito alla dichiarazione di Whoopi Goldberg, l'U.S. Holocaust Memorial Museum ha pubblicato il seguente messaggio su Twitter: "Il razzismo era centrale nell'ideologia nazista. Gli ebrei non erano perseguitati in base alla religione, ma in base alla razza. Le credenze razziste naziste hanno alimentato il genocidio e l'omicidio di massa".
  • Nell'episodio di martedì di "The View", Whoopi Goldberg si è scusata: "Ho detto che l'Olocausto non riguardava la razza ma la disumanità dell'uomo verso l'uomo, ma in effetti riguarda la razza, perché Hitler e i nazisti consideravano gli ebrei una razza inferiore. Mi pento dei miei commenti, come ho detto, e mi correggo".

America Latina

La Spagna non ha approvato il documento identificativo per cani e gatti

Affermazione falsa: Gli utenti di Facebook in America Latina hanno condiviso post che sostengono che le autorità spagnole hanno approvato il 5 gennaio 2022 la creazione di un documento di identità obbligatorio per cani e gatti.

I post sono accompagnati dall’immagine di una presunta carta d'identità, simile a quella rilasciata per le persone, ma con la foto di un cane.

Verità:

  • Il 5 gennaio 2022 è entrata in vigore in Spagna la legge 17/2021, che cambia il regime giuridico per gli animali domestici. La nuova legge, tuttavia, non crea un documento d'identità obbligatorio per cani e gatti.
  • In un tweet del 5 gennaio, il Ministero spagnolo dei diritti sociali ha detto: "Oggi entra in vigore la modifica del Codice Civile, che non considera più gli animali come 'cose' ma come 'esseri senzienti'. Questo, insieme alla futura legge sulla protezione degli animali, rappresenta un grande passo avanti per il benessere degli animali nel nostro paese".

Brasile

Non è vero che i talebani hanno vietato l'uso dei telefoni cellulari in Afghanistan

Affermazione falsa: Gli utenti dei social in Brasile hanno condiviso un video che mostra personale militare che distrugge dispositivi elettronici.

I post sono accompagnati da una didascalia secondo cui le immagini sono state registrate in Afghanistan, dopo che i talebani hanno imposto una nuova legge che punisce con la pena di morte chiunque venga sorpreso con un telefono cellulare.

Verità:

  • Una ricerca per immagini mostra che il video condiviso sui social media è stato registrato nel dicembre 2021 in Pakistan.
  • Nella clip, si vede la bandiera del Pakistan sulle uniformi del personale militare.
  • Il video è stato condiviso nel dicembre 2021 da diversi media locali insieme alle notizie relative alla distruzione di merci di contrabbando da parte dei funzionari doganali di Karachi.

Asia

L’immagine che mostra una spada appartenuta a Maometto è falsa

Affermazione falsa: Gli utenti di Facebook in Bangladesh hanno condiviso un'immagine di un'antica spada esposta in un museo, insieme alla didascalia secondo cui l'oggetto sarebbe appartenuto al profeta Maometto, il fondatore dell'Islam.

Verità:

  • La spada mostrata nell'immagine fa parte della collezione della Biblioteca Nazionale di Francia a Parigi.
  • Secondo la Biblioteca, l'oggetto è una "spada Boabdil", forgiata nella città spagnola di Toledo intorno al 1480, durante il dominio della dinastia musulmana dei Nasridi, dopo la morte del profeta Maometto avvenuta nel 7° secolo
  • Un'iscrizione araba sulla spada recita "Solo Allah è vittorioso", il motto della dinastia Nasride.