Stime aggiornate l'8 ottobre e diffuse dall'OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità) ci dicono che in 8 mesi l'ebola ha già contagiato più di 8.000 persone uccidendone il 46%, cioè 3.877. Il virus infatti pur essendo sotto i riflettori da settembre del 2014 ha iniziato a diffondersi già a febbraio di quest'anno.

Il virus ebola è talmente letale che è stato addirittura definito come un nuovo Aids da T. Frieden - direttore del CDC di Atlanta - anche se poi il nostro italianissimo Dott. Giovanni Rezza, epidemiologo e direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Iss (Istituto superiore sanità) specifica che le differenze ci sono.

Con ebola l'incubazione dura pochi giorni e muori subito oppure sopravvivi mentre l'Aids può rimanere latente anche 10 anni. Per l'Italia nessuna preoccupazione seria: nonostante il virus sia arrivato in Europa (ricordiamo il caso dell'infermiera spagnola Teresa Romero poi guarita) fino ad ora ebola non si è fatto vedere nel Bel Paese.

Come si trasmette ebola e come debellarla a casa

Il virus ebola si trasmette per contatto diretto con umori corporali o liquidi organici delle persone infette come ad esempio sudore, sangue, vomito; il contagio quindi non avviene per via aerea come succede invece con la legionella nè tramite acqua o cibo anche perché, come sottolinea il Dott. Rezza, il virus non sopravvive nell'ambiente e nel periodo in cui il virus è latente perché se si devono ancora manifestare i sintomi non si è infettivi.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Salute

La trasmissione avviene anche tramite animali come scimmie o pipistrelli (vedi foto).

Non esiste ancora un vaccino specifico contro il virus ebola, ma allo studio ce n'è anche uno già in sperimentazione e tutto italiano, creato dal Dott. Riccardo Cortese, che sarebbe efficace non solo per chi è già malato ma sarebbe utilizzabile sui sani in modo preventivo.

Vanity Fair sul suo sito ci indica alcuni modi già confermati sia dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC) che dal canale Discovery news, la maggior parte dei quali sono già conservati negli armadietti di tutte le case: ecco l'elenco.

Cosa sconfigge l'ebola 

Molti di voi probabilmente sorrideranno, ma uno dei modi per uccidere il virus è la bollitura. Se il virus bollisse insieme ad una zuppa a 60° verrebbe demolito. La bollitura per pochi minuti però potrebbe non essere efficace perché alcuni batteri potrebbero sfuggire insieme al vapore.

Anche candeggina e cloro - quello usato nelle piscine - , l'aceto grazie al suo contenuto di acido acetico, l'alcool contenuto anche in gran parte di disinfettanti per le mani, sono in grado di neutralizzare ebola grazie al grande potere che hanno di sconfiggere i germi.



Ma ancora troviamo il glutaraldeide che spesso è un componente dei medicinali contro le verruche e il sapone che sono efficaci così come sole - disidrata il virus esposto alla sua luce - , fuoco e radiazioni con i raggi gamma.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto