Appena qualche anno lo scandalo dell'inchiostro stampato sulle confezioni di latte per bambini della Nestlè spaventava tutta Europa. Non ultimo caso, le 'mozzarelle blu' che da bianche diventavano di colore bluastro non appena venivano tagliate, aveva destato timori in moltissimi consumatori.

Ma, con l'arrivo dell'estate e delle alte temperature, in particolare quelle di quest'anno che secondo le ultime previsioni saranno le più alte degli ultimi dieci anni, è il calore a fare la differenza in moltissimi alimenti confezionati che verranno serviti nelle nostre tavole.

Il rischio

Ma il rischio si presenta anche per gli alimenti che si comprano non confezionati al supermercato, come per esempio il pane, gli affettati ed altri di pronto consumo, sulla cui busta di plastica o di carta, viene apposta una cartina di descrizione stampata in inchiostro nero. Ed ancora le mozzarelle, che per legge devono indicare data di scadenza del prodotto, e spesso questa viene impressa in inchiostro sul fronte in plastica della copertina. Spesso queste, una volta aperte, finiscono per 'cadere' direttamente nella soluzione acquosa in cui riposano le mozzarelle, e tale inchiostro facilmente rimovibile, finisce per diluirsi, creando di fatti una combinazione possibilmente tossica.

Tossica non perchè di grosse quantità (l'ingestione di piccole quantità di quell'inchiostro non può provocare gravi conseguenze), ma perchè assunta spesso, a causa della frequenza con cui mangiamo certi alimenti.

Il rischio per i bambini

A farne le spese sono soprattutto i bambini, e non solo perchè più portati a venire a contatto e a toccare tutto, ma perchè anche molti degli alimenti dedicati a loro, spesso presentano queste tracce movibili di inchiostro. Non ultimo è l'esempio infatti delle merendine, sulle quali per legge deve essere indicata, una per una, la data di scadenza.
In tale ottica, siccome sono confezionate una per una, sulla confezione in plastica di ogni merendina la data di scadenza è impressa con dell'inchiostro nero, come già detto prima potenzialmente cancerogeno e dannoso per la salute sopratutto se assunto spesso. I bambini, e anche i genitori, tendono ad aprire la confezione con le mani ed è interessante fare caso al fatto che d'estate, quando fa caldo, l'inchiostro se ne venga quasi completamente via mentre con le mani si apre la confezione e si apre la merendina.
Segui la nostra pagina Facebook!